#36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Ripercorriamo insieme la musica dei Fab4

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

#36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda Mackenzie » sabato 07/07/2012 16:18:31

Commenti all'ascolto, al riascolto, impressioni, voti, curiosità, link interessanti, quello che vi pare.
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda segretario_90 » lunedì 09/07/2012 17:52:49

Non so perché, ma questo album mi ha sempre trasmesso un senso di pigrizia oceanica. Ora finalmente ho scoperto il motivo. Secondo quanto riporta il sito JPGR, cinque canzoni sono state scritte alle Hawaii. Non posso dire che sia un album che mi esalta, tuttavia non posso neanche dire che mi provochi irritazione alla pelle, o altri fastidiosi disturbi. Anche se siamo ben lontani dalle vette di Simply Shady e It Is "He" (Jai Sri Krishna)
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda Devil » martedì 10/07/2012 19:52:56

Io invece lo ritengo uno dei meno soporiferi. Blow Away e Dark Sweet Lady sono a dir poco adorabili.
Everybody else is busy doing better than me.
Avatar utente
Devil
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 4010
Iscritto il: venerdì 11/09/2009 17:10:09
Beatle preferito: Paul

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda HarryBudiniFan » martedì 10/07/2012 20:35:04

infatti, è uno dei meno soporiferi.

segretario scambia la rilassatezza, e la serenità (è l'album, diciamo, della luna di miele con olivia), per accidia.
Ultima modifica di HarryBudiniFan il martedì 10/07/2012 20:42:38, modificato 1 volta in totale.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda segretario_90 » giovedì 12/07/2012 16:21:52

Ma infatti non ho detto "soporifero", ho detto "pigrizia oceanica", che è appunto sinonimo di rilassatezza (come potete constatare dalla consultazione del Novissimo stefanese/italiano italiano/stefanese edizione aggiornata e accresciuta. Poi probabilmente è troppo rilassato, cioè io lunedì sono caduto in stato catatonico dopo averlo ascoltato. Viceversa, martedì mi è piaciuto abbastanza, almeno fino a Faster. Poi il mio lettore è deciso che bastava, e ha cessato di fare il suo lavoro.
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda MrTwoOfUs » lunedì 16/07/2012 19:23:37

A parte la permanente di George, a me quest'album piacque. Lungi dal definirlo capolavoro, era comunque ben fatto e più ascoltabile del successivo Somewhere in england (a parte All those years ago). Almeno un must: la dolcissima eterea Your Love is Forever; un paio di ottime cose: Love Comes to Everyone - ottima la cover che ne fece Clapton - e Faster; Blow Away, leggerissima, era comunque un buon singolo - notevole la parodia di Lennon con Happy Rishikesh Song -, Soft Touch, If you Believe e Dark Sweet Lady sono ancora oggi adorabili, c era anche il leggendario inedito beatlesiano, Not Guilty, e il prosieguo di Here comes the sun scritta sotto la luna di Mahui dilatata dall'acido. Che si vuole di piu'...
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda lucyinthesky63 » martedì 17/07/2012 19:36:07

più o meno concordo con Enzo....e ricordo bene quando Blow Away era un hit radiofonico (sono vecchia, lo so)....altri brani che mi piacciono sono Faster e Dark Sweet Lady, oltre a, naturalmente, la beatlesiana Not Guilty.

Album rilassante e rilassato, perfetto per i pomeriggi estivi
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda Mackenzie » lunedì 23/07/2012 12:00:13

Ascoltando questo disco, si ha come la sensazione di percepire un George poco disposto a rischiare. Dopo il notevole lavoro di esordio, il musicista ha intrapreso una parabola discendente con dei lavori che, tutto sommato, non andavano oltre un dignitoso risultato. Ma da lui il pubblico si aspetta qualcosa in più, lui era un beatle, uno che ha scritto la storia. E allora ecco quest'album, carico di ballate ruffiane ma molto interessante. George, nonostante la presenza di "Faster", omaggio alla sua passione per i bolidi, stacca il piede dall'acceleratore evitando suoni difficili e rockettari e infarcisce i pezzi con sintetizzatori e melodie soft e docili. L'apertura lascia ben sperare con la magnifica Love Comes to Everyone, poi George raschia sul fondo del barile e ripesca l'ottima Not Guilty, destinata a suo tempo al White. Here Comes the Moon è una bella canzone, con la quale George intende richiamare la quasi omonima e leggendaria ballata beatlesiana. Blow Away è una delle mie preferite, con la già citata Faster, unico pezzo soft-rock dell'album. Molto interessante anche l'acustica 'Dark Lady Sweet' e Your Love Is Forever. Soft Touch e If You Believe mantengono l'incipit che è di tutto il lavoro, senza infamia e senza lode.
Con questo disco Harrison si guarda indietro, cercando di proporre qualcosa di più commerciale per riconcquistare il suo pubblico, rischiando il meno possibile ma rinnegando in un certo senso gli album precedenti, che intendevano essere evolutivi per l'artista. Ad ogni modo, dopo All Things Must Pass, a mio avviso "George Harrison" è, fino a questo punto, il migliore disco del musicista.
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda HarryBudiniFan » venerdì 03/08/2012 21:43:01

non penso riascolterò quest'album.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #36 LUG 2012 / George Harrison - George Harrison

Messaggioda rubbersoul » martedì 23/10/2012 15:20:30

Con l’album omonimo George Harrison fornisce un lavoro gradevole, easy, elegante, ben realizzato.

Condivido con Mackenzie l’opinione che si tratti del miglior lavoro dai fasti di All Things Must Pass, pur rimanendone distante anni luce in termini di capacità creativa, intensità, qualità complessiva di scrittura.

Per i miei gusti, nella sua semplicità rappresenta un deciso passo avanti rispetto ai precedenti 3 incerti album. Niente di che, beninteso, ma almeno un in grado di offrire un ascolto godibile.
Mi piace la sua vena pressoché acustica e le delicate armonie tessute da George alla slide, la cui parsimonia negli assoli viene bilanciata, come di consueto, da una accurata ed ispirata ricerca della nota far vibrare, nel segno di una innata ed indubbia abilità melodica.

Le canzoni che prediligo sono Dark Sweet Lady e Your Love Is Forever. :thumbleft:

Ben “confezionate” Love Comes to Everyone e Blow Away. Piacevolissima Soft-Hearted Hana.

Un po’ meno riuscita Here Comes The Moon che vorrebbe richiamare il suo celebre e “solare” successo con i Fab4.

Interessante, infine, la riproposizione di Not Guilty, seppure la versione beatlesiana pubblicata sull’Anthology 3 è ben altra cosa.

A questo riguardo mi domando spesso, a proposito della carriera solista di George, dove abbia riposto la sua grinta giovanile: che fine ha fatto il chitarrista che ad Amburgo si scatenava con il rock’n’roll?
Probabilmente George “The Mystical One” stava assaporando, ai tempi della pubblicazione di quest’album, una raggiunta pace interiore...
"Come avete trovato l'America?"
"A sinistra della Groenlandia"
Avatar utente
rubbersoul
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2529
Iscritto il: domenica 04/12/2011 01:14:49
Località: Catania
Beatle preferito: Tutti e 4!


Torna a The Beatles...Step by Step

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron