#30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Ripercorriamo insieme la musica dei Fab4

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

#30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda Mackenzie » martedì 03/04/2012 16:54:12

Commenti all'ascolto, al riascolto, impressioni, voti, curiosità, link interessanti, quello che vi pare.
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda MrTwoOfUs » mercoledì 04/04/2012 12:53:51

"Di Rock and Roll, Roots ed altre meraviglie" by MrTwoofUs
Stamattina sono in vena di pipponi e ho tempo, quindi preparatevi :oops:
Un disco con questa storia non può essere liquidato in tre parole, così è l'occasione per ripassarci un po' di quella storia per poter poi discuterne amabilmente. Dunque, giusto un promemoria prima di valutare un disco dalla genesi che dire complessa è poco. Uno dei tanti dischi legati ai Beatles per il quale ci vorrebbe un libro specifico.
Quando Lennon aveva scritto Come Together su richiesta di Timothy Leary per la sua campagna elettorale, aveva affermato pubblicamente di aver utilizzato una frase ed il giro musicale della canzone You Can’t Catch Me di Chuck Berry. Il proprietario dei diritti delle canzoni di Berry, Morris Levy, ne approfittò e citò Lennon accusandolo di plagio. L’accusa era infondata, in quanto John aveva detto di aver incluso in Come Together un omaggio a Berry, suo vecchio idolo. L’accordo che derivò dalla causa, stabilì che John avrebbe dovuto includere almeno tre canzoni del catalogo di Levy, tra cui You Can’t Catch Me, in un suo futuro album. Questo era uno dei motivi per cui John aveva iniziato ad incidere Rock And Roll, il disco di oldies con Spector a Los Angeles, dove si cercò di registrare tra una sbornia ed una rissa in un’atmosfera surreale. Durante queste sessions, John e Phil composero insieme Here We Go Again, poi inclusa da Yoko in Menlove Ave.
Le cose inaudite che accadevano in quello studio possono riuassumersi nel colpo di pistola sparato da Spector dopo un battibecco avuto con Mal Evans, con John che urlava: “Uccidimi pure, se vuoi, ma non rompermi i timpani perché mi servono !”. La banda era capitanata da John e Harry Nilsson. Spector, allora, non trovò niente di meglio da fare che scappare portandosi via i nastri, che erano diventati ormai la favola di Hollywood. Voleva, in questo modo, ricattare la Warner Bros, costringendola a firmare un grosso contratto con lui. John allora si dedicò alla produzione dell’album di Nilsson, Pussy Cats, negli stessi studi in cui si erano tenute le sedute dell’ormai accantonato album di Rock and Roll.

Quando questi era sparito dalla circolazione portandosi dietro i nastri, John pensò di accontentare Levy nel suo Walls And Bridges ed inserì il frammento di Ya Ya (quello con il piccolo Julian alla batteria), come contentino all’editore. Ma Morris Levy non si ritenne soddisfatto ed accusò Lennon di non aver mantenuto la parola. Quando dopo tanti tira e molla Phil Spector fu convinto a riapparire sulla scena ed a restituire i nastri, John li ascoltò e li trovò completamente inutilizzabili, cosa facilmente prevedibile se si considera il tipo di sessions in cui furono incisi. Tornò in studio con gli stessi musicisti di Walls And Bridges e lavorò sui nastri di Spector, rimissando e reincidendo, in modo da ricavare abbastanza materiale da riempire un album. Forse per dimostrargli che stava mantenendo la promessa o forse per evitare una causa, John mandò a Levy i nastri del nuovo disco. Levy, fiutando il colpo grosso, si accordò con una piccola società, la Adam VIII, che produceva dischi venduti esclusivamente per corrispondenza. Fu così che, nel gennaio del 1975, venne pubblicato l’album Roots. Quando alla EMI videro alla TV americana la pubblicità del “nuovo album di John Lennon della Adam VIII”, citarono sia Morris Levy che John. Dal canto suo, Lennon, sentendosi truffato da Levy, si affrettò a completare il suo vero album con gli stessi brani (eccetto due) ulteriormente limati ed accorciati di qualche secondo. Abbandonò tutti i titoli che aveva in mente (Oldies But Mouldies, Old Hat, Gold Hat etc.) scelse una sua stupenda foto di Amburgo e in tutta fretta, nel 1975 la EMI pubblicò Rock And Roll. Sia Lennon che Levy furono riconosciuti colpevoli nei due processi che seguirono la vicenda e condannati a salate multe (John versò 400.000 dollari, Levy molto meno). Resta il fatto che l’album Roots, ben presto ritirato dal mercato, con due brani in più rispetto a Rock And Roll (Angel Baby e Be My Baby) e con dei missaggi leggermente diversi, col tempo è diventato uno degli album più rari e ricercati, raggiungendo sul mercato collezionistico cifre elevatissime che si avvicinano a quelle della famigerata Butcher Cover dei Beatles. Rock And Roll resta invece un ottimo album di buon vecchio rock, suonato e cantato ottimamente da uno dei suoi più grandi estimatori. Tra i brani, fa bella mostra di sé You Can’t Catch Me. In particolare, spiccano Do You Wanna Dance con i cori di Mick Jagger, l’intramontabile Stand by me interpretata e reinventata da John come mai nessuno l’aveva fatto prima, e probabilmente farà mai più, e l’ultimo brano, Just Because, che John inizia dicendo: “Ve la ricordate questa? Quando uscì dovevo avere 13 anni, o forse 14. Oppure 22? Mah, avrei potuto averne anche 12”. In realtà non l’aveva mai sentita e gli era stata portata da Phil Spector. Nel finale, Lennon saluta tutti in questo modo: “Sono il Dr. Winston O’ Boogie e vi do la buonanotte dal Record Plant East. Ci siamo divertiti molto e tutti qua vi salutano e dicono arrivederci”. In seguito disse: “Mentre stavo dicendo quelle parole sulle ultime note di Just Because, un lampo mi ha attraversato la mente: stavo veramente dicendo addio al lavoro? Guardai la copertina che avevo scelto, una delle prime foto di Amburgo e pensai che era come una cosa cosmica, una specie di ruota karmica: eccomi qui, con questa vecchia foto di quando ero ad Amburgo nel 1961 e sto dicendo addio. Finisco come ho cominciato, mentre canto canzoni rock’n’roll”.
Poi si ritirò per cinque anni.
Un disco con questa storia non si può non amare. E detto tra noi, io ho pure Roots.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9867
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda franco » mercoledì 04/04/2012 14:17:14

era il tempo dei primi videoclip e john, per il suo R&R, ne aveva fatti 2: Stand by me e Slippin' and slidin.
Questi clip andavano a ripetizione nelle TV private (oltre a queste 2 di sicuro c'erano Cmoon-Ding dong-Only you di ringo-una di oldfield dove suonava tutti gli strumenti)
L'album non mi ha mai preso piu di tanto, troppo "ridondante" di suoni, a mio avviso lontano mille miglia dal vero R&R.
Comunque i due brani sopra citati sono notevoli, li adoro e solo quelli valgono il prezzo del LP.
Due precisazioni: la foto della copertina è di Jurgen Vollmer, amico dei Beatles, di Astrid e di voorman ai tempi di Amburgo; si dice che le altre persone ritratte "di passaggio" in copertina siano Paul, George e Stu
Secondo: se volete comprarvi una copia in vinile di "Roots" state attenti alle copie; ce ne sono una infinità.
Comunque negli ultimi anni, grazie ad ebay e ad altre aste, il valore dell'originale si è un po ridimensionato (come per tutti i dischi rari)
Avatar utente
franco
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2702
Iscritto il: sabato 12/09/2009 20:08:10
Località: Venezia
Beatle preferito: Paul

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda MrTwoOfUs » mercoledì 04/04/2012 15:31:23

franco ha scritto:...se volete comprarvi una copia in vinile di "Roots" state attenti alle copie; ce ne sono una infinità.
Comunque negli ultimi anni, grazie ad ebay e ad altre aste, il valore dell'originale si è un po ridimensionato (come per tutti i dischi rari)


E' infatti uno dei dischi più contraffatti (ed anche difficile da distinguere) grazie anche alla copertina piuttosto scarna: la Adam VIII non era poi una grande casa discografica. Io la mia copia la presi in Inghilterra da Tracks, molto tempo prima di ebay e delle aste. E all'epoca il suo valore non si era ancora ridimensionato... purtroppo.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9867
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda HarryBudiniFan » venerdì 13/04/2012 22:16:38

mi rifiuto di ascoltare questa robaccia.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda segretario_90 » sabato 14/04/2012 15:56:56

:alien:

Ma posso limitarmi a copiare il Sommo Harry? In verità quest'album non fa impazzire nemmeno me. Un giudizio più articolato? Ah, fate voi: io l'avevo scritto, ma qualcuno ha fatto sparire il mio post. Ma non gioite: non lascerò il forum per questo (so che avevate già fatto i vostri conti, ma devo deludervi).

disclaimer: le parole sopra riportate vanno intese in senso ironico e non letterale. Lo precisiamo pensando soprattutto a Lucy, che è tanto sollecita e mi sculaccia quando eccedo nell'acredine.

Ma non prestate fede al Budini. Egli vuole solo essere provocante (non in quel senso, si spera); in realtà l'album non fa schifo, perché lui ha pur sempre una voce della madonna, la solita storia.
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda rubbersoul » mercoledì 18/04/2012 17:51:35

Prima di parlarne, mi proponevo di riascoltare il disco ma purtroppo ciò non è avvenuto sin’ora.
Andrò, allora, a memoria, con l’intenzione magari di ritornarci su in futuro dopo l’auspicato ascolto.

Innanzitutto mi piace moltissimo il rock’n roll e la sua diretta semplicità, soprattutto quello anni cinquanta. Un album con questo titolo, perdippiù di John, non poteva dunque non attirarmi. Soprattutto con quella fantastica copertina!! :)
Ed oggi, in aggiunta, il rock’n roll mi piace anche più di quando, oltre vent’anni fa, acquistai il vinile in questione.
Le premesse c’erano tutte perché l’album mi piacesse. Compresa la splendida cover di Stand By Me!

Eppure, già dal primo ascolto ho compreso che qualcosa non quadrava … sì, la voce di John è sempre incredibile ed alcuni pezzi non sono male (per i miei gusti, le prime cinque del lato A vanno bene, poi il disco, con la parziale eccezione di Slippin’ And Slidin’, si perde per strada), ma complessivamente l’album ha decisamente deluso le mie attese ed ancor oggi, quando lo ascolto, suona alle mie orecchie come un’occasione sprecata da John di valorizzare al meglio le sue incredibili qualità di rocker.
La sua voce, infatti, mi sembra annegare in un confuso guazzabuglio di suoni. Gli arrangiamenti e la produzione li ritengo davvero carenti, la qual cosa non è poi così strana considerando il clima ad alto tasso alcolico e le circostanze varie che hanno accompagnato la realizzazione dell’album e che Vincenzo ha tanto bene riassunto.
E ciò malgrado l’elevata qualità dei musicisti coinvolti nel progetto. I fiati, soprattutto, in questo album non li reggo proprio e li trovo quasi sempre fuori posto. :evil:

In Rock’n Roll è tutto troppo elaborato e perlopiù in maniera spesso caotica. Non c’è niente di quell’approccio diretto, grezzo, realmente rock’n roll che John ha sempre affermato di gradire.
E non mi riferisco tanto al fatto che si sia giovato, invece di una semplice lineup batteria/basso/chitarra, dell’apporto di un numero eccessivo di musicisti o di una strumentazione troppo ampia. Anche Presley, per fare un esempio, nel suo live del 1969 “Elvis In Person at the International Hotel” era circondato da una pletora di ottimi musicisti e di coriste, ma gli arrangiamenti dei suoi classici rock’n roll sono comunque perfettamente coerenti allo spirito delle canzoni ed il risultato artistico complessivo è davvero rilevante (poi, magari, in anni successivi le cose andranno diversamente...).

Un esempio di ciò per me è rappresentato dall’arrangiamento predisposto da John per Sweet Little Sixteen, una canzone che amo ma che in questa versione non tollero proprio. Soprattutto se la confronto con la versione dei Beatles nel Live At The BBC o, ancora meglio, nei nastri registrati allo Star Club di Amburgo. :thumbleft:

Ecco: di quella foto in copertina di John ad Amburgo non riesco a trovare granché in questo disco, a parte la sua splendida voce e la carica che comunque sempre riesce a trasmettere.
E’ il John di Amburgo che io avrei voluto trovare in quest’album, ma probabilmente certe emozioni regalate dall’esplosiva energia originaria non potevano ritornare.

A quest’album preferisco le cover rock’n roll realizzate in seguito da Paul, che però mancano di una gemma come la Stand By Me dell’ex partner. Ma anche per quanto riguarda Macca, il rock’n roll dei primi Beatles è davvero un’altra cosa. :roll:
"Come avete trovato l'America?"
"A sinistra della Groenlandia"
Avatar utente
rubbersoul
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2529
Iscritto il: domenica 04/12/2011 01:14:49
Località: Catania
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda lucyinthesky63 » domenica 22/04/2012 18:43:31

Mah, mai piaciuto più di tanto. Piacevole, ascoltabile ma niente di più.
Devo dire che lascia alquanto delusi sentirlo cantare in un modo così moscio brani che altrove aveva fatto molto meglio. Per quanto, invece, riguarda l'arrangiamento, io lo trovo "pesante", ridondante quando invece si tratta per lo più di brani da eseguire "di corsa", in modo semplice (magari con un raddoppio di chitarre) , quando qui invece ci sono troppi strumenti a fiato.
Certo quando "attacca" Stand by me vengono i brividi, e anche Peggy Sue non mi dispiace; però si sente, è palese, che John non ne aveva proprio voglia.
Peccato

Voto 6 e mezzo (sulla fiducia)
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #30 APR 2012 / Rock 'n' Roll - John Lennon

Messaggioda Mackenzie » lunedì 30/04/2012 18:22:40

Album nato sotto i peggiori auspici, che vanno dallo sparo in studio di Spector, causato dall'esasperazione per l'eccesso di alcool in studio tanto da mandare in corto circuito il mixer, alla disputa estenuante tra Lennon e Morris Levy per la questione del plagio. Dopo tanti rinvii finalmente l'album vide la luce e nonostante fosse composto interamente da cover di vecchio Rock and roll, nonchè di una produzione alquanto bizzarra, ebbe un notevole successo, dovuto principalmente al nome dell'artista e ad una splendida interpretazione del suo brano trainante, "Stand By Me". Il resto, tranne qualche lucida esecuzione come Sweet Little Sixteen o Slippin' & Slidin, è un'accozzaglia di materiale male arrangiato e male interpretato, un pò per la genesi sfortunata del lavoro (in quel periodo Spector ebbe un grave incidente), un pò per il momento no di Lennon, alle prese con un periodaccio e la voglia sempre più pressante di staccare la spina. L'idea non era affatto malvagia, considerando che Lennon era il musicista perfetto per il tipo di progetto, ma il tutto è andato a rotoli per i motivi di cui sopra. Inoltre si poteva prestare maggiore attenzione ai pezzi da proporre.
Voto 5
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!


Torna a The Beatles...Step by Step

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron