#19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Ripercorriamo insieme la musica dei Fab4

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Devil » martedì 04/10/2011 19:22:16

Leggo commenti particolarmente lunsighieri sui brani di Paul. Così si fa, Mod!
Everybody else is busy doing better than me.
Avatar utente
Devil
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 4010
Iscritto il: venerdì 11/09/2009 17:10:09
Beatle preferito: Paul

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda lucyinthesky63 » martedì 04/10/2011 19:28:17

oh, non rinfocoliamo polemiche ancora non sopite!
Gente mia, vorrei chiarire una cosa: tutti possono esprimere la propria opinione ma sempre nei limiti della decenza e, soprattutto, senza offendere nessuno. Se c'è una cosa che non sopporto sono i maleducati (altra cosa che non sopporto sono i saccenti), quindi occhio che vi tengo d'occhio!
Capisco che qui c'è gente che "si atteggia" a lennoniano ad a oltranza ed altra che "si atteggia" a maccarteniano ad oltranza e che le due realtà sono spesso in conflitto. Va bene tutto, la discussione aiuta a crescere, ma vi chiedo di non trascendere!
Ok???

Fine della predica
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Mod XXII » martedì 04/10/2011 20:40:29

Devil ha scritto:Leggo commenti particolarmente lunsighieri sui brani di Paul. Così si fa, Mod!


Beh, diamo a paolino quello che è di paolino.
Il suo mi sembra, decisamente, il miglior contributo al disco.
“Voi pensate di scappare, in realtà vi state precipitando verso il vostro destino.”
Segui Fab4Fans anche su Twitter!
Avatar utente
Mod XXII
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9170
Iscritto il: giovedì 06/02/2003 16:29:25
Località: marmalade skies
Beatle preferito: John

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Mackenzie » mercoledì 05/10/2011 13:49:06

Pochi giorni prima della definitiva decapitazione delle urla isteriche della beatlemania con l'ultimo concerto al Candlestick Park, i Beatles pubblicano "Revolver"', dal titolo eloquente ed esplicito. La band si butta alle spalle il passato, abbandonando coraggiosamente i concerti live e i vecchi schemi di composizione che li resero ricchi e celebri, per proseguire un discorso musicale avanguardista cominciato con Rubber Soul. Restano spiazzati perfino gli pseudo critici musicali che non credevano nell'immenso talento dei quattro musicisti di Liverpool, e devono inchinarsi all'ennesimo capolavoro che da la luce al rock psichedelico, che ispirerà moltissimi giovani musicisti, generando dei "mostri" come i Pink Floyd e i Genesis.
I fans non credono alle proprie orecchie quando mettono sul piatto il vinile e sentono un colpo di tosse preceduto da un countdown che da vita alla mitica intro di Harrison, magnifico pezzo rock al vetriolo contro l'esagerata pressione fiscale del governo. Oltre Taxman, George contribuisce con altri due brani, Love you to e I want to tell you, ispirandosi chiaramente alle melodie indiane del suo nuovo guru sitarista Ravi Shankar. Tuttavia l'ottimo George, non è ancora all'altezza di Lennon/McCartney.
Quest'ultimo tira fuori dal cilindro pezzi da patrimonio dell'unesco come la sontuosa Eleonor Rigby, l'incantevole e immancabile ballata maccartiana Here, There and Everywhere e un capolavoro di scrittura e di arrangiamento come For no one. E ancora l'allegra Good Day Sunshine e la spettacolare Got to Get You into My Life, la cui cover rese celebri gli Earth, Wind & Fire. In più concede a Ringo Yellow Submarine, che ancora oggi il batterista esegue in giro per il mondo per la gioia di grandi e piccoli.
Lennon stavolta appare leggermente sottotono rispetto all'album precedente, ma è senz'altro lui ad innescare una vera e propria rivoluzione musicale, con la sognante I'm Only Sleeping ma soprattutto con la celebre e innovativa Tomorrow Never Knows, magnifica e originale composizione, suonata interamente con l'accordo in Mi, che stravolge i canoni schematici musicali. Sua anche l'ottima She Said She Said, mentre And Your Bird Can Sing secondo me rappresenta un'ultimo sguardo al passato recente. Infine l'ottimo rock della conturbante Doctor Robert.
Disco apripista e pietra miliare della musica, Revolver è un'album che a distanza di 45 anni risulta intatto e incredibilmente magico ed attuale.
Voto 10
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda MrTwoOfUs » mercoledì 05/10/2011 17:18:30

Mackenzie ha scritto:Tomorrow Never Knows, magnifica e originale composizione, suonata interamente con l'accordo in Mi,

Correggetemi se sbaglio, ma io la ricordavo in Do maggiore, con una variante sul Do11. Però potrei sbagliare...
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Mackenzie » mercoledì 05/10/2011 17:56:16

Forse ricordo male io, mi è venuto il dubbio... :roll:
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda lucyinthesky63 » mercoledì 05/10/2011 18:08:58

in attesa della mia recensione vi segnalo questo e-book http://www.revolverbook.co.uk/abracadabrav1.0.pdf che racconta un po' l'album e la sua genesi.
E' in inglese ma io l'ho trovato piuttosto facile da leggere
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Cristiano » mercoledì 05/10/2011 20:29:17

Dico solo che , anno dopo anno, ha scalzato Abbey Road al vertice della mia personale classifica di preferenza degli album beatlesiani.

E' dannatamente perfetto, e lo sto ascoltando anche ora nello splendore del mono rimasterizzato.

Non può meritarsi meno di 10, con un Paul McCartney allo zenith dell'intera carriera sia dal punto di vista della composizione che dell' esecuzione strumentale e vocale, un John Lennon che esplora zone ben oltre i confini del pop propiamente detto, e un George che, sgomitando tra cotanti giganti, si fa strada con un classico proto-funky come Taxman.
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda segretario_90 » giovedì 06/10/2011 16:10:51

Revolver, dolci ricordi. Rimembro ancora la mia giovinezza sregolata, quando capeggiavo la fronda revolveriana contro la maggioranza pepperiana, guidata da mio fratello; poi, come per tutti, è venuto il riflusso, e mi sono convertito al più smaccato pepperismo (mio fratello nel frattempo ha virato verso il blue grass). Come sempre, quando si tratta di parlare di dischi dei Beatles, si rischia -ma che dico? si è certi- di cadere nelle banalità più trite e prevedibili. Rubando la battuta al buon John Robertson, Revolver ha i piedi piantati nel passato e la testa fra le nuvole del futuro. E' forse questo il disco che fece dire a Dylan "Ho capito, vi siete stancati di essere carini"? Probabilmente sì, e il menestrello del Minnesota ha visto giusto. Di canzoni carine, infatti, manco l'ombra. Lennon va decisamente in acido, con I'm Only Sleeping, inno alla vita senza premura adorno di chitarre incise a rovescio (per tacere della voce registrata colla macchina lenta, per farla suonare più veloce, come in Rain), She Said She Said, tormentoso resoconto di un party acido con Peter Fonda: grande prova vocale di Lennon, brillantissime chitarre, batteria decisamente in linea col pezzo, solo Paul se ne sta zitto e buono (e infatti secondo alcuni è assente dalla canzone), fino all'epic Tomorrow Never Knows, tripudio di nastri al rovescio e effetti sonoridall'altro mondo (non per niente il testo è ispirato al Librto tibetano dei morti), voce di Lennon filtrata che anch'essa pare venire dall'altro mondo. McCartney resiste alla deriva acida, in compenso ti snocciola un nuovo standard (Here, There And Everywhere), l'immortale Eleanor Rigby (menzione speciale per l'arrangiamento di Martin per archi), storia di solitudine, morte e desolazione in due minuti e qualche secondo, la raffinata e struggente For No One, la gaia Good Day Sunshine, l'omaggio alla Stax Got To Get You Into My Life. Ha ragione Vincenzo, sembra un greatest hits, tanto la qualità è impressionante. Il buon Ringo si vede affidare da Paul Yellow Submarine, canzoncina per bambini ma con opportuno trattamento di studio, singolo vendutissimo e pure brano ispiratore dell'omonimo film animato. E il buon George? Si dà da fare, nel suo piccolo: tre canzoni, e tutte di vaglia. Taxman è decisamente poco carina, con la sua protesta contro l'eccessivo carico fiscale, e una grintosa parte di chitarra suonata da Paul. Love You To è la prima volta di George l'indiano, con corredo di testo moraleggiante, I Want To Tell You una canzone sull'incomunicabilità.
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Cristiano » giovedì 06/10/2011 20:57:16

E poi non c'è Revolver senza Geoff Emerick...... al posto suo dubito parecchio che il buon vecchio Norman Smith avrebbe potuto/voluto mettere su nastro suoni tanto arditi.
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda MrTwoOfUs » venerdì 07/10/2011 08:26:40

E che dire di più? è l'avatar di Cristiano, e tanto basta...
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda segretario_90 » venerdì 07/10/2011 15:43:33

Bene ha fatto Cristiano a menzionare il contributo di Geoff Emerick, peraltro alla sua prima prova come tecnico del suono con i Beatles.
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda HarryBudiniFan » venerdì 07/10/2011 16:25:20

nell'e-book postato da lucy si dice che here there and everywhere è stata composta all'inizio del 1965. chenonmepareilcaso.

anche perchè altrove ho letto che l'ispirazione era god only knows, quindi si era già nel 1966.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda Cristiano » venerdì 07/10/2011 20:27:37

MrTwoOfUs ha scritto:E che dire di più? è l'avatar di Cristiano, e tanto basta...



Mirabile! Pensare che non avevo fatto nemmeno caso alla cosa, mentre postavo :D
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: #19 Ott 2011 / Revolver - The Beatles

Messaggioda lucyinthesky63 » venerdì 07/10/2011 22:04:15

che cosa dire di più di quello che avete già detto voi?
Oltre al fatto che l'album in questione contiene: la canzone più dolce mai realizzata in assoluto (Here There and Everywhere), un brano che sarebbe "moderno" pure adesso e che per l'epoca era avanguardia (Tomorrow never knows - avanguardia pop, benintenso, caso mai si rimaterializzasse GreyGoose), una notevole trovata "Black-Motown" (Got to get you info my life), brani pischedelici (She said , she said, I'm only sleeping), alternati a canzoni di squisita fattura (Good-day sunshine, And your bird can sing) e, forse, il primo cross-over fra pop e musica orchestrale (Eleanor Rigby).
Insomma che dire?
Niente eccetto che il fatto che questo è uno dei pochi dischi che rende contenta solo al pensiero di ascoltarlo.
Voto 10
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

PrecedenteProssimo

Torna a The Beatles...Step by Step

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron