#09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Ripercorriamo insieme la musica dei Fab4

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

#09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda Mod XXII » domenica 01/05/2011 12:44:02

Commenti all'ascolto, al riascolto, impressioni, voti, curiosità, link interessanti, quello che vi pare.
“Voi pensate di scappare, in realtà vi state precipitando verso il vostro destino.”
Segui Fab4Fans anche su Twitter!
Avatar utente
Mod XXII
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9170
Iscritto il: giovedì 06/02/2003 16:29:25
Località: marmalade skies
Beatle preferito: John

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda Devil » giovedì 12/05/2011 19:03:28

Non oso immaginare cosa significasse essere un Beatle negli anni 1963-1965. Un delirio di ragazzine urlanti, dozzine di concerti ogni settimana, interviste, conferenze. La solita solfa. “Che barba, che noia.” Tra queste migliaia di apparizioni una nota di merito va alla BBC, che ha ospitato il gruppo durante innumerevoli programmi radiofonici. I Fab4, oltre a concedere irriverenti e sfacciate interviste, si esibivano (quasi sempre) live. Fortunatamente per noi, tutte le migliori performance sono state incluse nella compilation Live At The BBC, redatta da George Martin stesso e rilasciata nel 1994. Ciò che emerge da questa festosa kermesse è una spontaneità, un’vitalità e una passione innaturale per la musica. Ricordiamoci che i quattro erano appena ventenni, con poca esperienza alle spalle, ma con tanta voglia di sognare e di far sognare.

C’è decisamente molta, forse troppa, carne al fuoco. Avendo un repertorio abbastanza limitato al tempo, si tratta principalmente cover di artisti che hanno segnato la storia del rock&roll e la storia degli stessi Beatles. Holly, Berry, Perkins, Robinson e compagni bella. Sono presenti anche composizioni originali Lennon/McCartney, come i classici tratti da A Hard Day’s Night (la title-track, Can’t Buy Me Love, Things We Said Today), gli evergreen I Feel Fine, Ticket To Ride, I Saw Here Standing There, e l’unico never-released-before I’ll Be On My Way, una discreta ballad che sarebbe stata perfetta in With The Beatles. Tra le performance più riuscite vanno annoverate Crying, Waiting, Hoping in cui troviamo un sorprendente Harrison, The Honeymoon Song (che diavolo di voce stupenda ha Paul??), I’m A Loser, con un impeccabile Lennon a fare da padrone e Ooh! My Soul, in cui Paul si scatena completamente. Per il resto una lunga serie di pezzi rock, probabilmente già sperimentati ad Amburgo e al Cavern.

Gli elementi più interessanti per molti potrebbero essere gli stralci di interviste, dai quali emerge completamente l’humor inglese-liverpooliano che ha caratterizzato fin dall’inizio i quattro e che li ha resi unici. Una serie di battute, di frecciatine, di prese in giro e tantissima autoironia, che non deve mai mancare in un artista.

Live At The BBC, più che un disco vero e proprio, è un documento dell’epoca. Un ritratto del Mersery Beat, del rock’n’roll più controcorrente, sudaticcio e giovanile. Un movimento inarrestabile, che ha cambiato per sempre la cultura popolare. Non sempre la qualità delle esibizioni è alta, così sono criticabili le scelte di alcune cover. Ma che importa, il doppio disco è una piacevole e soddisfacente incursione nel passato. "Come avrei voluto esserci."
Voto: 7


PS: Qualche bootleg addicted mi sa dire se c'è qualcosa di interessante nei 9 CD delle BBC Sessions?
Everybody else is busy doing better than me.
Avatar utente
Devil
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 4010
Iscritto il: venerdì 11/09/2009 17:10:09
Beatle preferito: Paul

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda franco » giovedì 12/05/2011 20:10:40

Devil ha scritto:Non oso immaginare cosa significasse essere un Beatle negli anni 1963-1965. Un delirio di ragazzine urlanti, dozzine di concerti ogni settimana, interviste, conferenze. La solita solfa. “Che barba, che noia.” Tra queste migliaia di apparizioni una nota di merito va alla BBC, che ha ospitato il gruppo durante innumerevoli programmi radiofonici. I Fab4, oltre a concedere irriverenti e sfacciate interviste, si esibivano (quasi sempre) live. Fortunatamente per noi, tutte le migliori performance sono state incluse nella compilation Live At The BBC, redatta da George Martin stesso e rilasciata nel 1994. Ciò che emerge da questa festosa kermesse è una spontaneità, un’vitalità e una passione innaturale per la musica. Ricordiamoci che i quattro erano appena ventenni, con poca esperienza alle spalle, ma con tanta voglia di sognare e di far sognare.

C’è decisamente molta, forse troppa, carne al fuoco. Avendo un repertorio abbastanza limitato al tempo, si tratta principalmente cover di artisti che hanno segnato la storia del rock&roll e la storia degli stessi Beatles. Holly, Berry, Perkins, Robinson e compagni bella. Sono presenti anche composizioni originali Lennon/McCartney, come i classici tratti da A Hard Day’s Night (la title-track, Can’t Buy Me Love, Things We Said Today), gli evergreen I Feel Fine, Ticket To Ride, I Saw Here Standing There, e l’unico never-released-before I’ll Be On My Way, una discreta ballad che sarebbe stata perfetta in With The Beatles. Tra le performance più riuscite vanno annoverate Crying, Waiting, Hoping in cui troviamo un sorprendente Harrison, The Honeymoon Song (che diavolo di voce stupenda ha Paul??), I’m A Loser, con un impeccabile Lennon a fare da padrone e Ooh! My Soul, in cui Paul si scatena completamente. Per il resto una lunga serie di pezzi rock, probabilmente già sperimentati ad Amburgo e al Cavern.

Gli elementi più interessanti per molti potrebbero essere gli stralci di interviste, dai quali emerge completamente l’humor inglese-liverpooliano che ha caratterizzato fin dall’inizio i quattro e che li ha resi unici. Una serie di battute, di frecciatine, di prese in giro e tantissima autoironia, che non deve mai mancare in un artista.

Live At The BBC, più che un disco vero e proprio, è un documento dell’epoca. Un ritratto del Mersery Beat, del rock’n’roll più controcorrente, sudaticcio e giovanile. Un movimento inarrestabile, che ha cambiato per sempre la cultura popolare. Non sempre la qualità delle esibizioni è alta, così sono criticabili le scelte di alcune cover. Ma che importa, il doppio disco è una piacevole e soddisfacente incursione nel passato. "Come avrei voluto esserci."
Voto: 7


PS: Qualche bootleg addicted mi sa dire se c'è qualcosa di interessante nei 9 CD delle BBC Sessions?


Nei bootleg (quelli della Great Dane non sono male) si trovano tutte le canzoni suonate per la BBC.
Diciamo che il live ufficiale racchiude le migliori esibizioni, senz'altro.
Avatar utente
franco
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2702
Iscritto il: sabato 12/09/2009 20:08:10
Località: Venezia
Beatle preferito: Paul

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda Cristiano » giovedì 12/05/2011 20:37:40

La battuta di John Lennon "I'm John, I also play the guitar...and sometimes I play the fool", o qualcosa del genere, vale il prezzo del doppio CD.
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11480
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda HarryBudiniFan » giovedì 12/05/2011 22:55:29

live at bbc.
disco uno.

6

i got a woman: un po' piatta.
too much monkey business: più mossa e decisa, con un buon assolo di george.
keep your hands off my baby: qualità di registrazione piuttosto infima. pezzo pieno di cori, a metà tra devil in he heart and mr postman.
i'll be on my way: abbastanza ok, originale piuttosto mieloso e alquanto buddyholliano.
young blood: già sentita nei decca tape, direi, se non anche nel nastro di amburgo. george solista. lennon cabarettista.
a shot of rhythm'n'blues: voci "mixate" relativamente basse, comunque abbastanza ok
sure to fall in love with you: una specie di country-pop a due voci in stile everly bros.
some other guy: riff potente e schitarrate. in effetti il riff ricorda un po' i feel fine.
thank you girl: senza armonica, più pestata dell'originale.
baby it's you girl: più spedita della versione su please please me, di cui è comunque inferiore. ovviamente manca la celesta ricalcante l'assolo.
that's all right: un'altra registrazione lacunosa e confusa, di una resa comunque non esaltante
carol: si sono dimenticati di infilare il jack della chitarra di lennon nell'amplificatore?
soldier of love: altro pezzo da girls' group - romanticospumeggiante.
clarabella: stavolta si sono ricordati di portare l'armonica. r'n'r blueseggiante urlato da paul.
i'm gonna sit down and cry: roba piuttosto dinamica, a due voci.
crying waiting hoping: george canta buddy. i cori "tuttutù" sono teribbili.
you really got a hold on me: la preferisco alla versione su with the beatles, i think.
to know her is to love her: doo wop di spector. ok.
a taste of honey: buona presa pressocchè identica a quella su PPM.
long tall sally: ok.
i saw her standing there: registrazione debole, ritmo leggermente accelerato, mi pare. non vale l'originale. l'assolo è diverso.
the honeymoon song: registrazione limpida, voce di paul in rilievo, canzoncina smielata ma gradevole - anche perchè dura un dattero.
johnny b. goode: fiacca. lennon substandard.
memphis tennessee: ok.
lucille: ok. harrison apparentemente sta tentando di strappare il tremolo dalla chitarra, durante l'assolo.
can't buy me love: ok, ma non quanto l'originale.
till there was you: george e lennon la suonano aggraziatamente anche con l'elettrica.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda HarryBudiniFan » giovedì 12/05/2011 23:27:49

death at bbc.
disco due.

6,25

a hard day's night: ok. si sente molto il basso. vale la pena anche in questa versione. gli strumenti si sentono un po' diversamente.
i wanna be your man: come sopra. ringo abbastanza roco.
roll over beethoven: mi sembra un'esecuzione lievemente più convinta di quella su WTB. george è più fluido sia alla voce che alla solista.
all my loving: la mean guitar di lennon si sente troppo poco. abbastanza interessante. george all'armonia bassa nella seconda parte. leggermente diversa dall'originale, insomma.
things we said today: piuttosto meno convincente, e non abbastanza differente.
she's a woman: uno dei miei brani preferiti, ma ha decisament ebisogno di una registrazione migliore per essere apprezzata a dovere.
sweet little sixteen: ok
lonesome tears in my eyes: canzone che non mi piace. qualche somiglianza con sweet little sixteen, tra l'altro.
nothin' shakin': george sings. non un gran pezzo di suo, mi pare.
the hippy hippy shake: ok.
glad all over: george sings again - ottima interpretazione, anche se il brano ricorda nothin' shakin'.
i just don't understand: la vedrei bene cantata da celentano.
so how come no one loves me: sembra il trio lescano misto agli everly brothers. non mi piace.
i feel fine: completa di "errore elettronico".
i'm a loser: versione interessante.
everybody's trying to be my baby: tutte le registrazioni di live at bbc suonano più metalliche delle versioni originali, fuorchè questa - ma era difficile.
rock'n'roll music: un po' arrancante.
ticket to ride: interessante.
dizzy miss lizzie: la voce è troppo in secondo piano. in primo piano, sembra esserci un piano, o qualcosa. ma chi lo suona. in quanti sono.
kansas city/hey hey: something is missing, per quanto paul si squarci e sgoli.
matchbox: vabbeh, è ringo che canta matchbox. preferisco la versione in studio.
i forgot to remember to forget: registrazione infima, esecuzione fiacca, canzone non fantastica.
i got to find my baby: l'armonica è quella di little child, in parte.
ooh! my soul: una delle cover migliori del doppio cidì, causa esecuzione vocale di paul. chitarra solista di george sommersa.
don't ever change: non mi piace la canzone.
slow down: gran pezzo, lennon non è all'altezza del sè stesso in studio, ma comunque molto buono.
honey don't: versione più elettrica e con lennon al canto.
love me do: ok. la canzone comunque è più bella di quel che si dice.

totale live at bbc:
6,1


troppa roba, tra cui troppa roba registrata molto male, quando non eseguita fiaccamente.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda lucyinthesky63 » sabato 21/05/2011 19:56:51

HarryBudini ha scritto:....... troppa roba registrata molto male, quando non eseguita fiaccamente.

sull'eseguita fiaccamente, per certi aspetti ti do' ragione. Probabilmente il fatto di essere in studii televisivi e fra l'altro nella maggior parte dei casi senza pubblico può avere influito.
Per quanto riguarda la qualità della registrazione, pure in quello hai ragione. Solo che dopo un po' di ascolti io quasi, ormai, non me ne accorgo più.
Cosa dire, allora? Una delle poche occasioni di sentire i Beatles dal vivo , forse l'unica di sentirli decentemente. Spiccano alcune cose:
-la bellezza delle voci del duo Lennon-McCartney (nonostante qualche imprecisione qua e là)
- un gran buon lavoro di Macca al basso soprattutto in A Hard Day's Night, in I'm a looser e in Ticket to ride
- un sorprendete Harrison , sorprendente dal punto di vista vocale più che altro. Si trovava a suo agio con i brani rock and Roll. Molto a suo agio.
- Ringo che non sbaglia mai un colpo.
Notate che all'inzio di OOH! My soul la voce di McCartney sembra quasi una voce femminile (è un complimento questo).
Alla fine, i due Cd si ascoltano molto ma molto volentieri.
Voto 7
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #09 Mag2011 / Live at BBC - The Beatles

Messaggioda MrTwoOfUs » giovedì 19/01/2012 11:05:45

Come tutto il materiale di questo tipo, dai vari live fino al concerto di Amburgo, Beatles at the BBC va preso per quello che è: una raccolta del meglio di esibizioni non concepite per la pubblicazione, dal valore storico immenso e dal valore artistico medio. Preso così il disco diventa piacevole all'ascolto. Quando uscì i miei scaffali erano già pieni di bootleg, in vinile e in compact, di quel materiale. In particolare il monumentale box di 9 cd (più uno di aggiornamento) della Great Dane che ti consentiva di avere tutto quanto fosse reperibile in giro. Il suo contenuto è questo:
http://www.oocities.org/fugto/bbcbox.html
la curatissima grafica questa:
http://www.google.it/imgres?q=beatles+b ... .aspx%3Fid 3D270477585320&docid=pdJ2MHvz9MJd0M&imgurl=http://collectorsfrenzy.com/Gallery/270477585320.jpg&w=400&h=300&ei=HEXT56yMuaJ4gS9wLSJDQ&zoom=1&biw=1024&bih=539&iact=rc&dur=156&sig=100887057396890346138&page=1&tbnh=161&tbnw=203&start=0&ndsp=10&ved=1t:429,r:6,s:0&tx=171&ty=79
Cavolo e quanto è lungo sto' link!!!
Dicevamo, quando uscì finalmente l'ufficiale presi vinile, 45 giri, doppio cd e cd singolo (con Baby it's you e tre inediti: I'll follow the sun, Devil in her heart e Boys). Mi piacque soprattutto la cosiddetta "naivetè", i divertenti dialoghi e soprattutto l'ufficializzazione di I'll be on my way, che conoscevo nella versione di Billy J.Kramer & the Dakotas e avevo scoperto nella versione dei Beatles su un bootleg degli anni ottanta: di questo pezzo adoro la semplicità e la spontaneità e nei panni dei l'avrei incisa per lo meno come lato B di qualche singolo degli esordi o magari accoppiato a Bad to me. Tra gli highlight personali cito ovviamente i pezzi inediti più che le hit straconosciute: in particolare le cover di Chuck Berry, Sure to fall, Keep your hand off my baby, Soldier of love, Don't ever change e To know her is to love her di Phil Spector. Su tutte la splendida A shot of Rhythm'nBlues maltrattata da Lennon a modo suo, con QUELLA voce.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9867
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!


Torna a The Beatles...Step by Step

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron