#04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Ripercorriamo insieme la musica dei Fab4

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Mackenzie » martedì 22/02/2011 12:48:15

Non ho mai amato particolarmente il Lennon solista, lo ammetto. Le motivazioni sono di varia origine, in primis , soprattutto nel periodo dell'album in questione,la sua poca sobrietà anche per l'uso di droghe pesanti e la notevole influenza negativa causata dalla ormai costante vicinanza della Ono. Nonostante questo quadro, Plastic Ono Band risulta uno dei migliori album solisti di Lennon, il primo dopo lo scioglimento del gruppo.
L'album è palesemente influenzato dalla frequentazione di Lennon dello psichiatra americano Arthur Janov, il quale cerca di curare il suo atavico malessere, con la terapia del cosiddetto "urlo primario". A questa si aggiunge il desiderio irrefrenabile di Lennon, plagiato dalla Ono, di dare una poderesa e definitiva spallata a quella che a tutt'oggi risulta essere la migliore rock band di tutti i tempi.
L'album Plastic si apre con Mother e il titolo,oltre l'inizio sinistro con le campane che preannunziano un funerale, dicono tutto sul contenuto della canzone. Bellissimo e straziante al tempo stesso l'urlo infinito di "Mama don't go, Daddy come home".
Segue Hodl On, un pò anonima ma quanto meno decisamente più ottimista rispetto all'apertura.
Con I Found Out Lennon torna a piangersi addosso, questa volta puntando il dito contro i suoi maledetti vizi, la droga su tutto,che lo stanno portando dritto in un vicolo cieco.
Working Class Hero tipicamente lennoniana, si mette dalla parte delle classi meno protette, risultando una delle migliori canzoni dell'album.
Isolation nonostante sia una delle meno note dell'album, è un gioiellino introspettivo,mentre in Remember Lennon guarda al passato, a quello che è stato.
Arriva Love, una delle più belle canzoni in assoluto del compositore, il titolo non lascia dubbi sulla delicatezza e bellezza della canzone. Unica pecca quell'interminabile inizio di pianoforte (Spector?) impercettibile.
Con Well Well Well ritorna il Lennon incazzato, per rilassarsi subito dopo con l'ottima Look At Me.
Eccoci a God, uno dei migliori dell'album che tra gli altri vede Billy Preston al piano. Lennon dopo un'apertura un pò blasfema, comincia ad elencare una serie di nomi e concetti dai quali si dissocia, strillando un eloquente " I don't believe". Toh, ci sono anche i Beatles, ma non sei stato tu a fondare la band?!?...
L'album si chiude con My Mummy’s Dead, tanto malinconica quanto puerile.
L'album va apprezzato per la sua sincerità,Lennon non fa nulla per nascondere il suo stato d'animo e dire quello che "sente". Forse la sua dannata voglia di chiudere definitivamente con le melodie beatlesiane forza un pochino l'album, comunque positivo.
Voto 7.
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda lucyinthesky63 » martedì 22/02/2011 13:03:48

Mackenzie ha scritto: Toh, ci sono anche i Beatles, ma non sei stato tu a fondare la band?!?...

se ci fosse Walter avrebbe qualcosa da ridire, temo. Però, a scanso di equivoci e per evitare ulteriori (sterili) polemiche credo pure io che il fondatore dei Beatles sia stato John.
E ti dirò lui si può permettere di dire che non crede ai Beatles proprio perché era stato lui a fondarli.
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Mackenzie » martedì 22/02/2011 13:08:03

Secondo me c'è poco da equivocare, il fondatore storico dei Beatles è Lennon, anche se nessuno può scandalizzarsi se Paul viene considerato cofondatore.
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Mackenzie » martedì 22/02/2011 13:10:13

lucyinthesky63 ha scritto:
Mackenzie ha scritto: Toh, ci sono anche i Beatles, ma non sei stato tu a fondare la band?!?...


E ti dirò lui si può permettere di dire che non crede ai Beatles proprio perché era stato lui a fondarli.

Io ti dirò che non è mai elegante sputare nel piatto dove hai mangiato, e bene!
Avatar utente
Mackenzie
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6082
Iscritto il: giovedì 25/12/2008 16:57:33
Località: Alone on the hill
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Cristiano » martedì 22/02/2011 21:32:58

Mackenzie ha scritto:la terapia del cosiddetto "urlo primario". A questa si aggiunge il desiderio irrefrenabile di Lennon, plagiato dalla Ono, di dare una poderesa e definitiva spallata


Mah...secondo me la spallata John l'aveva già data molti mesi prima, a settembre 1969 quando aveva annunciato agli altri che sarebbe uscito dal gruppo.
Avrei anche delle forti perplessità sul fatto che sia stato plagiato dalla consorte: sebbene il momento non fosse uno dei più radiosi per lui, la decisione di sciogliere i Beatles (di questo in fin dei conti si trattava, non essendo mai stata presa in considerazione l'eventuale prosecuzione dell'avventura ad opera dei soli Paul, George e Ringo) Lennon l'ha presa coscientemente ed assumendosene la responsabilità.

Il Lennon che nel 1970 esce nei negozi con POB è già un artista solista a tutti gli effetti, che guarda oltre.
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda HarryBudiniFan » martedì 22/02/2011 23:10:53

"lennon non è mai stato cosciente in vita sua".
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda segretario_90 » mercoledì 23/02/2011 17:14:52

"Ma soprattutto si era stufato dei Beatles già da Sgt. Pepper"
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Devil » mercoledì 23/02/2011 20:49:06

John Lennon, ai miei occhi, è sempre stata una figura ambigua, oscura e di difficile comprensione. Troppo incostante, stravagante, spigoloso. Fin dall’inizio ho avuto un approccio difficoltoso con la sua discografia da solista: avevo paura di trovare un artista politicizzato (l’aurea fama di Imagine non aiuta, questo è certo), chiuso, poco innovativo, poco Beatle. E così è stato. John Lennon/Plastic Ono Band è stato il suo primo disco che ho avuto modo di ascoltare e l'unico che mi ha colpito. Ammetto che non è stato semplice digerirlo, anche perché un album che inizia con le campane della morte non si può propriamente definire invitante.

Non è possibile recensierlo track-by-track, perché è un lavoro auto-terapeutico che va preso complessivamente per quello che è. Cioè un banale succedersi di piccole poesie musicate. I brani, se isolati dal contesto, non godono infatti della stessa forza che trovano all’interno della tracklist. Funzionano così come sono, uno vicino all’altro. Tutti i pezzi sono estremamente basilari, elementari, lineari, rudimentali. Sono getti sinceri e genuini di un Lennon profondamente confuso, disorganico, alienato, insicuro. Già dai tempi dei Beatles si incontravano qua e là alcuni testi autobiografici particolarmente intimi, ma niente si avvicina alla profondità di John Lennon/Plastic Ono Band. In questo caso John aveva l'autentico bisogno di sfogarsi e questo disco ne era il pretesto perfetto. Sentiva la necessità di realizzare qualcosa di realmente sincero, di poco elaborato, lontano anni luce dai lavori superprodotti dei Beatles.

L’album è un collage di sensazioni, frammenti e pensieri primordiali: l’amore (Love), la famiglia (Mother, My Mummy’s Dead), la religione (God), l’adolescenza (Working Class Hero), la vita in generale. La vita secondo John. Nessun altro avrebbe potuto rilasciare un disco così. E non è facile capirlo, perché è troppo personale. Ma nel suo piccolo è particolare e stupendo così com'è, perchè ci regala uno spaccato della personalità lennoniana.

Purtroppo da Imagine in poi, secondo il mio punto di vista, Lennon si trasformerà in una brutta copia di se stesso, si rivelerà noioso, stucchevole, con autocitazioni prevedibili. John Lennon/Plastic Ono Band è la cosa più sincera e vera che abbia mai fatto. E' spesso considerato uno dei migliori dischi di tutti i tempi; affermazione probabilmente un po’ incosciente, ma forse una ragione c’è. Questo non è un ritratto di John (come lo avrebbe definito James Joyce), ma è il ritratto dell’artista. Non posso di certo dire di ascoltare il disco volentieri ma, quando mi capita, mi ritrovo angosciato ed inquieto. E pochissimi altri album (anzi, nessun altro direi) riesce a trasmettermi tali sensazioni. Plastic Ono Band è una rilegatura dei pezzi più profondi dell'anima di John, ed è questo che fa la differenza.
Voto: 9
Everybody else is busy doing better than me.
Avatar utente
Devil
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 4010
Iscritto il: venerdì 11/09/2009 17:10:09
Beatle preferito: Paul

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda franco » mercoledì 23/02/2011 21:30:22

Pensa che io considero POB come il meno spontaneo degli album di lennon.
le canzoni sono belle, ma ,per me ovviamente, non è il vero John.
Amo John teddy boy, quello di Slippin' & Slidin, Tight as $, quel John graffiante.
Preferisco di gran lunga Mind Games e Walls & Bridges.
Avatar utente
franco
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2702
Iscritto il: sabato 12/09/2009 20:08:10
Località: Venezia
Beatle preferito: Paul

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Cristiano » mercoledì 23/02/2011 22:11:14

franco ha scritto:Amo John teddy boy, quello di Slippin' & Slidin, Tight as $, quel John graffiante.
Preferisco di gran lunga Mind Games e Walls & Bridges.


Concordo. Sarà che sono allergico ai Grandi Predicatori.....
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda segretario_90 » giovedì 24/02/2011 17:18:46

Neanch'io vado matto per i grandi predicatori, tuttavia devo dire che di Plastic Ono Band apprezzo molto la sua sincerità, mentre se c'è un album dove Lennon non è spontaneo ma artefatto, quello secondo me è Mind Games (Walls And Bridges invece per me è a livello Plastic Ono Band)
Sarò lì quando i tuoi sogni saranno spezzati;
per rispondere alle tue preghiere silenziose.
Quando le piccole cose che fai
non riescono bene,
non ti preoccupare, io sarò lì
Avatar utente
segretario_90
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 2612
Iscritto il: giovedì 12/07/2007 10:58:50
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda lucyinthesky63 » giovedì 24/02/2011 20:48:03

ti dirò, sono alquanto d'accordo con te
anche se trovo Mind games anche piacevole da ascoltare, non dico di no
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda I am the walrus » giovedì 03/11/2011 23:00:18

L'album che preferisco in assoluto, così sofferto e pieno di bile che neanche riesco a scherzarci su.

Ogni volta che lo ascolto provo una forte empatia per il John Lennon che lo ha concepito.

Fondamentalmente non c'entra niente con i Beatles, anzi... è l'antitesi totale, il disco di distacco.

Ma lo adoro comunque.

Prima o poi lo recensirò (sì, è una minaccia).
And your song will play on wihtout you.
And this world won't forget about you.
Every part of you was in your song.
Now we will carry on, Never without you
Within you Without you
Here comes the sun is about you.
Avatar utente
I am the walrus
Fab4Member
Fab4Member
 
Messaggi: 156
Iscritto il: venerdì 07/12/2007 18:48:59
Località: Roma
Beatle preferito: John

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda MrTwoOfUs » martedì 17/01/2012 12:26:28

Mi sono andato a leggere tutti i post precedenti e ho scoperto che, in particolare per questo album, trovo tutti i commenti e le recensioni estremamente interessanti. Avete sviscerato proprio tutto. Ciò dimostra che, lo si ami o lo si detesti, questo disco fa discutere, da sempre. Crudo e primitivo come pochi, è completamente privo di marmellata, come disse l'autore. In realtà prodotto da John e Yoko, in quanto Spector non riuscì a spectorizzarlo, POB ci mostra un Lennon naked nel vero senso della parola, pure più di Two Virgins e della sua copertina. Qui John tira fuori tutto ciò che ha dentro in tutte le sue mille contraddizioni. Ma la sua vita è stata tutta una contraddizione: si vendeva e si incazzava, sputava veleno e si pentiva, si inchinava e ridicolizzava, sputtanava e chiedeva scusa. Ma il 1970 non era più il tempo delle frangette e nemmeno del Pepper, lui creò i Beatles e solo lui poteva distruggerli, e affinchè sia chiaro a tutti eccovi accontentati: "Ho visto tante religioni, da Gesù a Paul". Che stia parlando di Paolo VI? No, parlava proprio dell'amicone Paul, e se non lo avete ancora capito "io ai Beatles non ci credo più!". La copertina è di una semplicità sublime, specialmente se accostata a quella speculare di Yoko Ono /Platic Ono band. Yoko Ono: lei c'è e si vede. Non lo dico con la solita malizia o per denigrarla, ma è chiaro che stava sfruttando la fama di John per arrivare alle masse con la sua "arte underground", e lo faceva pure bene. Quanti di noi l'avrebbero ascoltata starnazzare su un palco o vista chiusa nel sacco? E grazie ancora, George, per averle proibito di frantumare il concerto per il Bangla Desh (dopo mezz'ora di sitar sarebbe stato davvero troppo...). Infine (infine?) la musica: God, Working Class Hero, Love, Look at me, la straziante Mother, I Found Out, sincera fino ad essere fastidiosa... senza parole, anzi, con parole: i testi sono insuperabili quasi quanto la voce di John. Per me è un album quasi punk, inteso nel senso di scarno, quasi a voler rinnegare tutti gli orpelli degli ultimi Beatles ed anche in barba al rock barocco che stava nascendo.
Oggi mi stupisco nel constatare quanti ragazzini adorano questo album.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: #04 Feb2011 / JL Plastic Ono Band - John Lennon

Messaggioda Cristiano » martedì 17/01/2012 21:54:50

MrTwoOfUs ha scritto:E grazie ancora, George, per aver proibito a Yoko di frantumare il concerto per il Bangla Desh (dopo mezz'ora di sitar sarebbe stato davvero troppo...).



Come non quotare ??? :lol:

Come ebbi modo di dire anche a Franco nel suo negozio, una volta: " Mi piace John, in generale. Solo, evitiamo di mettere su ora PLASTIC ONO BAND in sottofondo, guasterebbe la conversazione".

Lo ascolterò una volta l'anno, non di più. Proprio perchè hai bisogno di essere in un certo stato d'animo per poterlo fare.
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

PrecedenteProssimo

Torna a The Beatles...Step by Step

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron