Revolution

Parliamo insieme delle caratteristiche e delle peculiarità dei testi delle canzoni dei Beatles!

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

Messaggioda Paul McCartney » lunedì 14/06/2004 13:28:34

Andrea1979 ha scritto:...semplice nel testo (forse eccessivamente, appunto), frutto magari di una scelta apatica voluta da Lennon.


Insomma, Revolution è una delle canzoni più tormentate di Lennon, una delle più meditate, la prima con un testo spiccatamente scomodo (parlare di distruzione, count me out/in e il riferimento al presidente Mao non sono certo argomenti per non volersi sporcare), e tu dici che è apatica? :shock:
Avatar utente
Paul McCartney
Fab4Senior
Fab4Senior
 
Messaggi: 425
Iscritto il: giovedì 13/05/2004 11:00:53

Messaggioda Andrea1979 » lunedì 14/06/2004 13:56:29

Non ho detto che è apatica, ma che la scelta di tale testo o è stata voluta o è stata semplicemente... semplice (e le si è dato "eccessivamente" importanza :wink: ).
E comunque (secondo errore) non ho detto che non s'è voluto sporcare (e l'esempio che hai fatto comunque non è poi tutta 'sta gran cosa... i giovani che in quel periodo presero la cantonata di considerare Mao un personaggio positivo non si contano...), ma che critici e detrattori avrebbero potuto marciarci e dire, che so, che i "borghesi Beatles" rimanevano in disparte a guardare, senza "sporcarsi" e senza porsi in prima fila tra chi si è reso attivo in quel periodo.
...What do you see when you turn out the light,
I can't tell you, but I know it's mine...
Avatar utente
Andrea1979
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1112
Iscritto il: domenica 04/04/2004 16:53:15
Località: Ancona
Beatle preferito: Tutti e 4!

Messaggioda Paul McCartney » lunedì 14/06/2004 15:01:58

Secondo me tu giudichi la canzone con l'occhio di oggi, ma prova a pensare che parliamo di 35 anni fa, quando censurarano I am the Walrus per "knickers" e la frase di Lennon "siamo più importanti di Gesù" (più innocua della più innocua frase di Marylin Manson) fece uno scalpore indicibile (tra cui la campagna di Detroit, che oggi è qualcosa di inconcepibile).

E' indubbiamente vero che alla canzone fu data un'importanza che oggi appare eccessiva, ma all'epoca era assolutamente prevedibile, e da lì la ferma opposizione, da subito, degli altri 3 a Revolution come singolo, e l'attenzione e le titubanze di Lennon nell'assumere una posizione (non importa quale fosse: all'epoca assumerne una, quale che fosse, era - altrochè - sporcarsi le mani, in un periodo in cui we love you degli stones passava per una canzone di protesta).
Avatar utente
Paul McCartney
Fab4Senior
Fab4Senior
 
Messaggi: 425
Iscritto il: giovedì 13/05/2004 11:00:53

Messaggioda Andrea1979 » lunedì 14/06/2004 15:39:45

Secondo me invece non la giudico con l'occhio di oggi.
E per quanto riguarda lo "sporcarsi" (per l'ennesima volta, non l'ho detto... era uno degli estremi che i critici ed i detrattori avrebbero potuto raggiungere ed affermare), aggiungo un mio punto di vista: secondo me non è stato poi tutto quest'esporsi, anzi...
E molti contemporanei sicuramente saranno rimasti un po' delusi da un intervento in un certo senso "debole" (qualche parola e nulla più, in fondo... vaghezza, per di più, e generalità... e nessun episodio "particolarmente efficace" in questo senso nella loro vita nel periodo 68-69... o almeno, non quelli che qualcuno si sarebbe aspettato).
...What do you see when you turn out the light,
I can't tell you, but I know it's mine...
Avatar utente
Andrea1979
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1112
Iscritto il: domenica 04/04/2004 16:53:15
Località: Ancona
Beatle preferito: Tutti e 4!

Messaggioda Paul McCartney » lunedì 14/06/2004 15:57:43

Penso di aver capito la tua posizione, ma sto con McDonald, che invece considera tanto forte, sincera, esposta e potente la presa di posizione di Lennon da scandalizzarsi in maniera persino eccessiva con la ripresa di questo brano come colonna sonora di uno spot.
Avatar utente
Paul McCartney
Fab4Senior
Fab4Senior
 
Messaggi: 425
Iscritto il: giovedì 13/05/2004 11:00:53

Messaggioda Andrea1979 » lunedì 14/06/2004 16:21:31

Lo scandalizzarsi (giustissimo, peraltro) per la scelta della colonna sonora dello spot è dovuto più che altro alla "sconsacrazione" della stessa, al renderla eccessivamente banale...

MacDonald si scandalizza (a ragione, e 2 :wink: ) come per dire "guarda un po' quanto in basso siamo arrivati"....
...What do you see when you turn out the light,
I can't tell you, but I know it's mine...
Avatar utente
Andrea1979
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1112
Iscritto il: domenica 04/04/2004 16:53:15
Località: Ancona
Beatle preferito: Tutti e 4!

Messaggioda Paul McCartney » lunedì 14/06/2004 17:12:25

Andrea1979 ha scritto:a ragione, e 2 :wink: )


Possiamo strizzarci l'occhio tutta la vita, ma:

1) o trovi semplice/debole, ecc. il testo di Revolution, oppure no. Tu si, io (e McDonald) no. Io sono del parere che sia (cito un passo a memoria, ricordando pur sempre che McDonald non è il vangelo, solo che in questo caso sono d'accordo) un preoccupato messaggio su un tema essenziale, una secca risposta.

2) io faccio il pubblicitario quindi ho una percezione distorta dell'immoralità della pubblicità. Però o Revolution è semplicemente un bel R&R con un testo debole (e allora, perchè è giustissimo scandalizzarsi? Tante canzoni bellissime sono veicolate dagli spot, con vantaggio e dello spot e del brano. Io ho scoperto canzoni e persino gruppi, grazie ad indimenticabili spot), oppure è un pezzo essenziale e allora è vero, può essere seccante sentirla in uno spot di scarpe da ginnastica.
Avatar utente
Paul McCartney
Fab4Senior
Fab4Senior
 
Messaggi: 425
Iscritto il: giovedì 13/05/2004 11:00:53

Messaggioda Andrea1979 » lunedì 14/06/2004 18:10:37

1, molti probabilmente già allora hanno recepito Revolution come 'un preoccupato messaggio su un tema esistenziale'... il brutto è che l'intervento dei Fab si fermava lì e basta, però. Chissà quanti (non io, non avendola vissuta in quel contesto, più di tanto il problema non posso farmelo) sono rimasti delusi proprio perchè, ripeto, l'intervento si è fermato lì, un'unica canzone (tenendosi anche sul vago, poi... "in/out/in/out"...) e basta.
Non che dovessero fare chissà cosa, per carità... ma molti giovani osservando il periodo 68-69 dei Beatles hanno visto (oltre Revoution) in tutto un ritiro-vacanza a Rishikesh, un adulterio reso pubblico, noie con la polizia per la droga, alcuni bed-in (che rischiavano di trasformarsi in eventi mediatici ante litteram, e basta), copertine con foto di nudi... forse si aspettavano di più, ecco dov'è secondo me la debolezza.

2, a me Revolution piace, i giudizi e le discussioni ad essa relativa non sono condizionati dal fatto che sia stata debole o no, abbastanza o no, esistenzialista o no...
Una canzone così, è una tristezza che finisca in una rèclame di mutande, di cetrioli sottaceto o di chissà cosa... è uno strumentalizzante svilire la bellezza.
Dici che comunque la pubblicità aiuta a scoprire canzoni e gruppi: giusto, ma è ugualmente controproducente dal momento che il gruppo giovane o il cantante poco conosciuto, inondati da quella vampata di notorietà immediata, lasciano perdere lo spettacolo e si godono i frutti del singolo di successo (sindrome "Fool's garden").

3, l'emoticon era per evitare che la ripetizione sembrasse troppo pedante... l'occhio non lo strizzo a te, tranquillo.
Fossi almeno 'na bella... donna!!

io faccio il pubblicitario


Ti penserò con affetto ogni volta che m'imbatterò in uno spot :D
Ma... atroce sospetto... non è che tante volte fosse tua quella pubblicità... dei supermercati... con John Lemon...?!? :shock: :D :o :D
...What do you see when you turn out the light,
I can't tell you, but I know it's mine...
Avatar utente
Andrea1979
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1112
Iscritto il: domenica 04/04/2004 16:53:15
Località: Ancona
Beatle preferito: Tutti e 4!

Messaggioda Ludovica » lunedì 14/06/2004 20:15:03

Secondo me per quanto riguarda il lato musicale è molto buona, migliore quella del singolo che "Revolution1" sul White Album...per quanto riguarda il lato lirico avrei qualcosina da contestare, infatti sono d'accordo con quanto è stato già scritto!

Ludovica
"She's got everything she need, she's an artist. She don't look back"

BOB DYLAN - 1965
Avatar utente
Ludovica
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1086
Iscritto il: domenica 21/03/2004 16:36:37
Località: Pavia
Beatle preferito: George

Messaggioda Paul McCartney » lunedì 14/06/2004 20:28:46

Così è meglio, ma:

1) Certo, Revolution è limitata, ma all'epoca nessun cantante di primissima fascia, e in fondo nemmeno nessun personaggio pubblico si spinse oltre con le sue esitazioni (out/in). Mi ripeto, ma we love you docet.

2) OT: i Fool's Garden a me piacciono tantissimo. Non è che hanno scelto di riposare sugli allori, ma li hanno spinti meno, forse per ragioni economiche, forse per scarsa immagine, ma il loro secondo disco, quello dopo dish of the day che contiene lemon tree, è davvero fantastico, la miglior cosa pseudo-beatles degli anni '90 secondo me, altro che Oasis.

3) Magari l'avessi fatta io John Lemon! Purtroppo è della Armando Testa. :(
Avatar utente
Paul McCartney
Fab4Senior
Fab4Senior
 
Messaggi: 425
Iscritto il: giovedì 13/05/2004 11:00:53

Re: Revolution

Messaggioda Abbeyroad » giovedì 21/09/2006 12:45:15

Desmond Jones ha scritto:Ogni volta che leggo il McDonald, mi dico che John era veramente un grande.

Scusa l'ignoranza, cos'è il McDonald?
Living is easy with eyes closed
Avatar utente
Abbeyroad
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1528
Iscritto il: lunedì 04/09/2006 15:34:04
Località: Sardegna
Beatle preferito: Paul

Messaggioda Ybgir Ronaele » giovedì 21/09/2006 12:56:42

Semmai chi è McDonald.
Ian McDonald è l'autore di The Beatles - L'Opera Completa, quello sì un libro da leggere assolutamente ed abbastanza preciso, altro che libri di testi che possono apparire tutt'al più interessanti...
It's awfully considerate of you to think of me here

A Hard Day's Night FUN club, tessera n.03
Club "AMICI DI MUMBO", tessera n.06
Avatar utente
Ybgir Ronaele
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9341
Iscritto il: lunedì 22/03/2004 14:59:44
Località: Cavendish Avenue......................... San Giorgio Su Legnano -Milano-
Beatle preferito: Paul

Messaggioda Abbeyroad » giovedì 21/09/2006 13:12:26

Desmond Jones ha usato l'articolo "il" e così ho riportato. A me basta quel libro di testi, con introduzione e commento a ogni canzone e prefazione all'inizio del libro.
Living is easy with eyes closed
Avatar utente
Abbeyroad
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1528
Iscritto il: lunedì 04/09/2006 15:34:04
Località: Sardegna
Beatle preferito: Paul

Messaggioda Ybgir Ronaele » giovedì 21/09/2006 13:28:47

Ti posso assicurare che quello è uno di quei tre/quattro libri sui Beatles assolutamente da avere, se si vuole approfondire la materia e non rimanere ad uno strato superficiale.
L'infarinatura data quel libro di testi può essere buona per iniziare, ma non si può certo dire che quel libro sia la summa di tutto lo scibile beatlesiano, è un qualcosa di abbastanza leggerino, ed a tratti impreciso.

Mi scuso per l'OT, lo chiudo.
It's awfully considerate of you to think of me here

A Hard Day's Night FUN club, tessera n.03
Club "AMICI DI MUMBO", tessera n.06
Avatar utente
Ybgir Ronaele
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9341
Iscritto il: lunedì 22/03/2004 14:59:44
Località: Cavendish Avenue......................... San Giorgio Su Legnano -Milano-
Beatle preferito: Paul

Messaggioda Mothernature » giovedì 21/09/2006 13:35:23

Ybgir Ronaele ha scritto:Ti posso assicurare che quello è uno di quei tre/quattro libri sui Beatles assolutamente da avere, se si vuole approfondire la materia e non rimanere ad uno strato superficiale.
L'infarinatura data quel libro di testi può essere buona per iniziare, ma non si può certo dire che quel libro sia la summa di tutto lo scibile beatlesiano, è un qualcosa di abbastanza leggerino, ed a tratti impreciso.

Mi scuso per l'OT, lo chiudo.


Riapro l'Ot per aggiungere che il libro di McDonald è tremendamente preciso nell'illustrare tutte le singole canzoni, dalla prima idea al risultato finale....dagli strumenti in uso alle curiosità più incredibili...Spesso mi sorprende per le minuzie di particolari di cui è in possesso. Libro da AVERE, imperativo.
Mi ha accompagnato degnamente nell'ascolto e nella comprensione di tutte le canzoni. Chiamiamola pure "Enciclopedia".
Chiuso OT con conseguenti scuse.
[Come to the dark side. We have cookies.]


Silly people run around they worry me
and never ask me why they don't get past my door.
I'm taking my time for a number of things
that weren't important yesterday.
And I still go.

Avatar utente
Mothernature
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 4792
Iscritto il: giovedì 03/08/2006 22:49:06
Località: Annapurna.
Beatle preferito: Paul

PrecedenteProssimo

Torna a The Word

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite