"Y NOT": prima recensione

Il forum dedicato alla vita ed alla musica di Ringo Starr.

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

"Y NOT": prima recensione

Messaggioda Cristiano » giovedì 07/01/2010 22:23:59

..ad opera, c'era da aspettarselo, del buon Marinucci:


"Ringo Starr's albums are usually laid back affairs, but that's definitely not the case with his new album, "Y Not," which will be released Jan. 12. The title may sound laid back, but the album certainly isn't. And that's the reason this album is one of his best in years, maybe his best since "Vertical Man."

Although the original announcement of the album said Ringo was producing the album entirely, the credits in a proof of the CD booklet show he shares producing credits with Bruce Sugar. However, Ringo's press spokesman told us he did the bulk of production. After hearing "Y Not," it makes us hope he'll do a lot more of it in the future.

There are also a lot of great sonic twists and turns you don't usually hear on Ringo albums. Credit that to the diverse mix of musicians and vocalists on it. These include Beatle buddy Paul McCartney, who plays bass on "Peace Dream" and adds vocals on "Walk With You". Also on board are Joe Walsh, Ringo's brother-in-law, whose guitar work is on several tracks; Tina Sugandh, on tabla and Indian chanting and who is seen in a wonderful video of her and Ringo in the studio ; past (and some possibly future) All-Starr Band members Edgar Winter, Billy Squier, Gary Wright and Richard Marx; Keith Allison, formerly of Paul Revere and the Raiders; Benmont Tench and Bruce Sugar on keyboards; Dave Stewart and Gary Burr and Steve Dudas, two former members of the Roundheads, on guitar and Don Was on bass.

Besides producing, Ringo fills several roles on the album himself. In addition to vocals, drums and percussion, he plays piano and keyboards. Yes, piano. (And he's good, too.)

It all starts with the opener, "Fill in the Blanks," which is a great start and as forceful a song as you've ever heard from Ringo. Joe Walsh does double duty on guitar and bass on this one and it smokes.

"Peace Dream," which follows, is Ringo's trademark ode to peace and love in a song that mentions John Lennon and "Give Peace a Chance." It has great guitar work by Walsh and Steve Dudas and bass from a guy named Paul McCartney.

"The Other Side of Liverpool," which appears to be this album's sequel to "Liverpool 8," follows. This song, though has a darker sound as Ringo recalls the tough going of his early days.

"Walk With You," the album's first single that can be found already on iTunes, is next. The song has received a lot of notice because of Paul McCartney's added vocal. When the two ex-Beatles sing "When I walk with you, when I talk with you, every thing will be fine" it's breathtaking. But even without McCartney's contribution, it's a nice song with a fine string arrangement by Bruce Sugar.

The next two songs, "Time" and "Everyone Wins," are noteworthy for great instrumental backing, especially the guitar work, violin by Ann Marie Calhoun and Ringo's drums on "Time" and the rhythm section on "Everyone Wins" from a group that includes Walsh, Tench, Mike Bradford on bass, Dudas, Sugar and Ringo.

There's no mistaking who the slide guitar is on track 8, "Can't Do It Wrong." It's Joe Walsh and he and the track sound great. The track has a great combination of horns from Edgar Winter added to Walsh's guitar.

The title track is next and it's probably the closest to what a Ringo album usually sounds -- with the exception of Tina Sugandh's tabla and the sitar, which seems like a nice salute to George Harrison.

The final track, "Who's Your Daddy," is the biggest surprise. It's a collaboration with Joss Stone and they both sound wonderful. It's quite a rockin' song and a nice way to end the album.

Unlike its title, "Y Not" isn't your usual Ringo Starr album. There's a different sound and feel to this album and it has more drive and punch. And we have to say it fits him well. Very well.

And why not?"





Cristiano
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda MaxFrames » venerdì 08/01/2010 10:29:44

Promette bene. L'unico dubbio rimangono sempre i testi (purtroppo nemmeno questa volta ha resistito a citare uno dei suoi ex compagni in una canzone). Suona il piano e pure bene? Notevole!
It's just a rock group that split up, it's nothing important – you can have all the records if you want to reminisce.
Avatar utente
MaxFrames
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 3753
Iscritto il: martedì 18/11/2003 12:32:09
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda HarryBudiniFan » venerdì 08/01/2010 15:06:56

potrebbe fare una canzone in cui ripete per dieci minuti "john paul george", magari poi sarebbe a posto per sempre.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda MaxFrames » venerdì 08/01/2010 15:34:01

Sst, potrebbe sentirti.
It's just a rock group that split up, it's nothing important – you can have all the records if you want to reminisce.
Avatar utente
MaxFrames
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 3753
Iscritto il: martedì 18/11/2003 12:32:09
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda HarryBudiniFan » sabato 09/01/2010 00:50:03

vabbeh, ascoltato. non sembra male. la prima metà regge bene, fino a time compresa. in questo "lato a", le capacità autoriali di ringo sembrano un po' migliorate, e non sfigura nemmeno come produttore.
la seconda metà mi pare scada un po' verso la solita poltiglia senza particolare personalità, ma non sgradevole od orribile. anzi, il riascolto sembra quasi collidere con la dura definizione iniziale. comunque un album piuttosto vivace, vario e musicale - oltre agli usuali pop-rock ringhiani, c'è un brano blues con tanto di ottoni, e uno funky che ricorda vagamente "fame" di bowie e lennon, ma con un inaspettato interludio indiano. mentre il duetto walk with you (con polly) ha sapori celtici. finale rock'n'roll con vocaltà soul affidata a joss stona. i tanti fan di bingo nel mondo (tre) rimarranno contenti. tra i suoi best.
(e meno irritante di memory totally fooled).

bezzi bigliori:
fill in the blanks
the other side of liverpool
walk with you (con pollie).
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda MaxFrames » sabato 09/01/2010 13:05:34

Ma non usciva tra tre giorni? :?: :?: :?:
It's just a rock group that split up, it's nothing important – you can have all the records if you want to reminisce.
Avatar utente
MaxFrames
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 3753
Iscritto il: martedì 18/11/2003 12:32:09
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda HarryBudiniFan » sabato 09/01/2010 13:12:08

sono entrato io.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda MaxFrames » sabato 09/01/2010 18:58:32

:lol:
always the best
It's just a rock group that split up, it's nothing important – you can have all the records if you want to reminisce.
Avatar utente
MaxFrames
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 3753
Iscritto il: martedì 18/11/2003 12:32:09
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda Cristiano » sabato 09/01/2010 21:39:33

Non è ancora uscito nei negozi, infatti.
Alla FNAC ed alla Ricordi mi hanno "consigliato" di chiedere verso giovedi della prossima settimana.

Cristiano
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda lucyinthesky63 » lunedì 11/01/2010 22:45:34

l'ho appena finito di ascoltare
diciamo che concordo con HarryBudini (ormai dovrei esserci abituata, ma la cosa tuttora mi spaventa un po') almeno in linea di massima; lo trovo pure io un album gradevole anche se non eccezionale.
Peace Dream riprende le tematiche di Imagine e di Give Peace a Chance di Lennon ma ricorda un po' anche Peace in the neighborough di Macca, anzi penso che sia stato influenzato da quest'ultima per fare una citazione delle altre due.
Walk with you è delicatissima e molto orecchiabile
Belle pure The other side of Liverpool e Who's your daddy (non è una citazione degli Zombies!)con Joss Stone.
Diciamo abbondantemente sopra la sufficienza!
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda HarryBudiniFan » martedì 12/01/2010 03:23:11

:shock:
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda lucyinthesky63 » martedì 12/01/2010 14:50:33

....stupito che io mi sia dedicata ad ascolto "ringhiano"?
beh, diciamo che è stata anche la tua recensione, oltre naturalmente al fatto che un paio di canzoni fossero state fatte in collaborazione con Paul, che mi ha spinto all'ascolto.
Anche se, lo sapete bene, non mi posso certo definire una fan di Ringo
I'm a Blackstar
Gloria
Avatar utente
lucyinthesky63
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: domenica 30/09/2007 17:46:05
Località: here there and everywhere, in realtà La Spezia
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda Ybgir Ronaele » martedì 12/01/2010 17:14:48

lucyinthesky63 ha scritto:Who's your daddy (non è una citazione degli Zombies!)


Ma che brava!

Anche a me viene sempre in mente Time Of The Season quando leggo quel titolo...
It's awfully considerate of you to think of me here

A Hard Day's Night FUN club, tessera n.03
Club "AMICI DI MUMBO", tessera n.06
Avatar utente
Ybgir Ronaele
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9341
Iscritto il: lunedì 22/03/2004 14:59:44
Località: Cavendish Avenue......................... San Giorgio Su Legnano -Milano-
Beatle preferito: Paul

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda HarryBudiniFan » martedì 12/01/2010 21:11:00

sì, ma recensitelo. subito.
HarryBudiniFan
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8286
Iscritto il: giovedì 01/01/2009 02:05:18

Re: "Y NOT": prima recensione

Messaggioda Cristiano » lunedì 01/02/2010 22:27:19

Al terzo ascolto confermo l'impressione di un album piacevole e variegato, che non si discosta eccessivamente da quelli realizzati con Mark Hudson se non per la produzione, qui più bilanciata e sobria del solito.

Si ha l'impressione di un Ringo decisamente a suo agio , sia in fase di scrittura (è coautore di tutti i brani, scritti a quattro mani anzichè a sedici ) che in quella di produzione. E qui viene da pensare che tutti gli anni passati in studio col meglio della scena rock mondiale abbiano sortito qualche buon effetto !!
Ringo spumeggiante, dunque, alle prese con batteria e percussioni, oltre che tastiere e pianoforte in un pezzo. E alla batteria dice ancora la sua, nonostante i detrattori in giro per il mondo.

Personalmente preferisco i pezzi più melodici, come "Peace Dream" (in cui si ricostituisce la sezione ritmica dei Beatles...ma non solo per questo: mi piace l'insieme creato dalla chitarra acustica e dal basso)e "Walk With You" che è ricca di trovate melodiche con i due vecchi marpioni che si divertono come ai vecchi tempi a duettare..non sono d'accordo con chi l'ha definita sulla stampa estera "un imbarazzante duetto di Ringo e Paul": trovo che sia più che adatta, intimista e dal vago sapore celtico come qualcuno qui l'ha definita.
Bello anche il middle eight e la coda strumentale.

"Time" mi ricorda vagamente certe sonorità degli U2 fine anni ottanta, specie nei passaggi strumentali..forse è quel particolare riff di chitarra e di piano."Everyone Wins" si inserisce nel filone del Ringo -pop che conosciamo bene, canti e controcanti eccetera."Mystery of the Night" è più lenta e Beatles oriented.ancora una volta un ritornello killer sottolineato dalle svisate dell'organo Hammond e dal pianoforte tintinnante in coda al pezzo.

Il bluesaccio "Can't do it Wrong" è una delle sorprese del disco, con il coro femminile e la big band a contrappuntare il cantato del batterista. Musicalmente il brano non è affatto noioso (quando ci si cimenta col blues il rischio è sempre dietro l'angolo...) e ricorda vagamente alcuni buoni momenti di "Sentimental Journey". Una delle mie preferite del nuovo "lotto".

I due brani che mi convincono meno sono la title track (che è carina nei suoi contrasti, ma un po' troppo somigliante nello schema compositivo a "Material World" di Harrison) e "Fill in the Blanks".
Il duetto con la Stone mi ha un po' sorpreso perchè mi aspettavo un pezzo soul...mentre si tratta di rock and roll!!!

In definitiva un buon album. Ringo diverte e si diverte un mondo ( non è difficile immaginarlo in studio con i collaboratori :D ), si toglie lo sfizio di lasciare un po' più a nudo i brani di quanto non abbia fatto negli ultimi dischi, segno questo di una certa ritrovata consistenza anche melodica. Mi spingerei a definire questo lavoro "il seguito di Time Takes Time".


Cristiano
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Prossimo

Torna a Ringo's Garden

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron