Tug Of War (The Archive Collection)

Il forum dedicato alla vita ed alla musica di Paul McCartney.

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » domenica 11/10/2015 20:34:12

backseat ha scritto:
agrasso ha scritto:Primi commenti sul box: ho letto tutti e due i libri, mi sembrano ottimi perchè molte delle foto sembrano inedite o comunque raramente viste, mentre il racconto dei retroscena dell'album è molto dettagliato; purtroppo non tutti i brani vengono presi in considerazione nella narrazione, però quelli che vengono narrati vengono quasi sviscerati in tutti i loro aspetti (forse esagerando in alcuni casi, come per Ebony & Ivory, con quella lunga dissertazione di Paul sulla semplicità del testo, quasi a volersi difendere dalle critiche). Domando ai più esperti: tutti gli aneddoti raccontati sulla lavorazione dell'album erano già noti? A me sembra che con quest'operazione si stia finalmente colmando il vuoto letterario della carriera solista di Paul (quali libri o documentari raccontano così in dettaglio la lavorazione di TOW o di altri album??).

Ho esaminato inoltre a fondo i crediti dei brani, confrontandoli con quelli dell'edizione originale, e ho trovato alcune sorprendenti "aggiunte", ovvero musicisti (e non solo) che inizialmente non sono stati accreditati (e che non sono stati accreditati nemmeno nell'ottimo libro di backseat) e il cui lavoro a quanto pare è stato riconosciuto solo adesso in occasione di questa riedizione.

Per farla breve:
-Tug: l'orchestra generica menzionata viene dissertata nei singoli membri (ma fin qui ci può anche stare che per motivi di spazio l'edizione originale non li citasse uno per uno), mentre si chiarisce l'origine della intro
-Take it away: Eric Stewart alla chitarra in aggiunta, mentre continua a non essere accreditata la sezione fiati (che a questo punto mi viene il dubbio sia fatta coi synth...ma backseat nel suo libro la menziona)
-Somebody: Denny Laine non ha suonato un "guitar synth" ma "guitar, synth", ovvero i due strumenti separatamente
-What's that: le Wonderlove (coriste di Stevie) ai cori...si era mai saputo??
-Here today: questa secondo me è clamorosa: nell'edizione originale è stato accreditato un quartetto d'archi, ovvero due violini, una viola e un violoncello; adesso scopriamo che per ogni strumento c'erano molti più suonatori! Inoltra spunta "dal nulla" una mai accreditata Renate Blauel (che in futuro diventerà moglie di Elton John) come assistente tecnica...
-Ballroom: anche Linda suona il piano oltre a Paul, e anche Ringo suona la batteria oltre a Paul! Quindi questo è un altro di quei brani che vede insieme Paul e Ringo e finora non si sapeva...?
E inoltre solo ora sono stati accreditati violino, sax e horns (anche se io ho sempre saputo che ci doveva essere qualche fiato non menzionato nei crediti originali)
-Wanderlust: era accreditata la sezione fiati ma non quella di archi (violino, viola, violoncello), che qui finalmente compare. E anche qui un clamoroso dettaglio prima mancante: Ringo alla batteria!

Ma com'è possibile che certi dettagli siano spuntati fuori solo adesso??


Ho molti dubbi sulla qualità di questi crediti e dei libri in generale. Ho analizzato la questione in una recensione che dovrebbe apparire su Rockol nei prossimi giorni.
Di aneddoti ne mancano tantissimi, in entrambi i book. Se poi Paul parla per due pagine di Stevie Wonder che è sempre in ritardo, per quanto mi riguarda non è molto interessante e poi McCartney ne aveva già parlato a suo tempo...


Qualche nota su ciò che è nel libro e ciò che si sapeva già e/o non si sapeva. Vado veloce (e seguo l'ordine del libro di TUG OF WAR) ma cerco di essere esauriente. Parlo solo delle canzoni, non dei video o altri aneddoti. Quando dico "noto" intendo già detto in interviste o pubblicato su libri/riviste. E' un elenco oggettivo, e va considerato tale.

WANDERLUST La storia della marijuana e le Isole Vergini. Tutto già raccontato da Paul.
RAINCLOUDS: aneddoto di Paddy Moloney. Già presente quasi alla lettera nel libro di Emerick.
EBONY AND IVORY: ispirazione presa da Spike Milligan. Già raccontato da Paul. NOTA: una piccola imprecisione a pag.39 quando scrivono che la 'prima' live di "Ebony and Ivory" cantata assieme da Paul e Stevie è stata nel 2010: è stata invece nel 1989, mi pare il 27 novembre.
WHAT'S THAT YOU'RE DOING: riff improvvisato da Wonder: già noto. Backing vocals a cura Wonderlove: prima assoluta
GET IT: Perkins che non vuole registrare con le cuffie: non la avevo mai letta, o forse non lo ricordo.
SOMEBODY WHO CARES: Paul che scrive il pezzo poco prima dell'arrivo di Gadd e Clarke e lo termina in studio: già raccontato.
HERE TODAY: tutto già noto,soprattutto l'aneddoto riguardo "the nights we cried".
TUG OF WAR: l'aneddoto della registrazione dell'intro durante un campionato di tiro alla fune era già noto.

Per quanto riguarda i crediti degli strumenti e le date di registrazione, ci torno su appena posso.
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda Cristiano » domenica 11/10/2015 22:44:34

Luca: in definitiva sti scatoloni deluxe faccio bene a saltarli, a sto giro?
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » lunedì 12/10/2015 10:53:38

Cristiano ha scritto:Luca: in definitiva sti scatoloni deluxe faccio bene a saltarli, a sto giro?


Cristiano, qui non riesco a darti una risposta. Dipende dal budget, da quanto uno ci tiene ad avere tutti i box, ecc. Io li ho comprati, perchè mi piace avere la collezione completa, a prescindere dai contenuti più o meno soddisfacenti. A questo proposito, le opinioni possono divergere anche di molto, a seconda delle aspettative, della conoscenza del catalogo, e così via.
Come fan, questi box mi interessano comunque, come storico/studioso anche: ogni piccolo particolare che non conosco (o anche un errore) è un tassello che aggiungo al mosaico, ed un'opportunità per riconsiderare, confermare o completare la mia ricerca.
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda agrasso » lunedì 12/10/2015 12:15:49

backseat ha scritto: Quando dico "noto" intendo già detto in interviste o pubblicato su libri/riviste.

RAINCLOUDS: aneddoto di Paddy Moloney. Già presente quasi alla lettera nel libro di Emerick.


Perdona l'ignoranza, di quale libro di Emerick parli?
Se è questo:
https://www.amazon.co.uk/Here-There-Eve ... 1592402690
pensavo (non avendolo) si riferisse solo ai Beatles e non anche a Paul solista.
Altri libri dove si raccontano retroscena legati agli album di Paul quali sono?
Avatar utente
agrasso
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 1890
Iscritto il: sabato 27/08/2005 11:09:49
Località: Catania
Beatle preferito: Paul

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda Cristiano » lunedì 12/10/2015 13:10:05

backseat ha scritto:
Cristiano ha scritto:Luca: in definitiva sti scatoloni deluxe faccio bene a saltarli, a sto giro?


Cristiano, qui non riesco a darti una risposta. Dipende dal budget, da quanto uno ci tiene ad avere tutti i box, ecc. Io li ho comprati, perchè mi piace avere la collezione completa, a prescindere dai contenuti più o meno soddisfacenti. A questo proposito, le opinioni possono divergere anche di molto, a seconda delle aspettative, della conoscenza del catalogo, e così via.
Come fan, questi box mi interessano comunque, come storico/studioso anche: ogni piccolo particolare che non conosco (o anche un errore) è un tassello che aggiungo al mosaico, ed un'opportunità per riconsiderare, confermare o completare la mia ricerca.


Io avevo ordinato subito i due box, poi ho disdetto l'ordine perché mi son detto:" Limitiamoci agli anni settanta".
Tra l'altro sono due weekend che giro alla ricerca di un negozio FISICO che abbia le edizioni a 2CD..ma nisba.

Insomma, sono ancora qui a secco :lol: :lol:

Il budget non è un problema, ad essere sinceri. Mi sto solo rompendo di questo saltare qua e là tra i decenni, senza apparente cognizione di causa. Boh, vedremo :)
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » lunedì 12/10/2015 13:19:57

Cristiano ha scritto:
backseat ha scritto:
Cristiano ha scritto:Luca: in definitiva sti scatoloni deluxe faccio bene a saltarli, a sto giro?


Cristiano, qui non riesco a darti una risposta. Dipende dal budget, da quanto uno ci tiene ad avere tutti i box, ecc. Io li ho comprati, perchè mi piace avere la collezione completa, a prescindere dai contenuti più o meno soddisfacenti. A questo proposito, le opinioni possono divergere anche di molto, a seconda delle aspettative, della conoscenza del catalogo, e così via.
Come fan, questi box mi interessano comunque, come storico/studioso anche: ogni piccolo particolare che non conosco (o anche un errore) è un tassello che aggiungo al mosaico, ed un'opportunità per riconsiderare, confermare o completare la mia ricerca.


Io avevo ordinato subito i due box, poi ho disdetto l'ordine perché mi son detto:" Limitiamoci agli anni settanta".
Tra l'altro sono due weekend che giro alla ricerca di un negozio FISICO che abbia le edizioni a 2CD..ma nisba.

Insomma, sono ancora qui a secco :lol: :lol:

Il budget non è un problema, ad essere sinceri. Mi sto solo rompendo di questo saltare qua e là tra i decenni, senza apparente cognizione di causa. Boh, vedremo :)


Trovare fisicamente i cd di McCartney rimane ancora un problema. Lo stock è scarsissimo, segno che qui da noi vende ancora meno che altrove. Ad esempio, i due box usciti l'anno scorso lo ho visti solo da Trony (ex-Fnac): prezzo 120 l'uno (io su Amazon li avevo pagati circa 70): non li hanno mai venduti.
Sul fatto che saltare di decennio sia senza apparente cognizione di causa, ti dico come la vedo: in realtà, hanno studiato la mossa nei dettagli. Per come intende il marketing McCartney, e vista la lentezza dell'operazione, un salto agli anni ottanta era necessario...
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda MrTwoOfUs » lunedì 12/10/2015 16:36:33

Cristiano ha scritto:Tra l'altro sono due weekend che giro alla ricerca di un negozio FISICO che abbia le edizioni a 2CD..ma nisba.
Insomma, sono ancora qui a secco :lol: :lol:


Scusa Cris, ma perchè in questi due weekend non hai fatto 'clic' su amazon invece di cercare un negozio fisico? Io li ho avuti a casa il giorno dopo l'uscita senza neanche le spese di spedizione.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead...
Club "Amici di Mumbo" - Socio fondatore - Tessera n.1
Avatar utente
MrTwoOfUs
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: lunedì 27/12/2010 11:39:53
Località: I'll be on my way
Beatle preferito: Tutti e 4!

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda Cristiano » lunedì 12/10/2015 20:45:08

MrTwoOfUs ha scritto:
Cristiano ha scritto:Tra l'altro sono due weekend che giro alla ricerca di un negozio FISICO che abbia le edizioni a 2CD..ma nisba.
Insomma, sono ancora qui a secco :lol: :lol:


Scusa Cris, ma perchè in questi due weekend non hai fatto 'clic' su amazon invece di cercare un negozio fisico? Io li ho avuti a casa il giorno dopo l'uscita senza neanche le spese di spedizione.



Perché su Amazon ho preso un quintale di altre cose nelle ultime settimane, e ovviamente perché non avevo/ho fretta stavolta :thumbleft:
BACK TO MONO !!
Avatar utente
Cristiano
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 11481
Iscritto il: mercoledì 17/03/2004 00:08:46
Località: 3 Savile Row, London
Beatle preferito: George

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » martedì 13/10/2015 15:10:07

agrasso ha scritto:Primi commenti sul box: ho letto tutti e due i libri, mi sembrano ottimi perchè molte delle foto sembrano inedite o comunque raramente viste, mentre il racconto dei retroscena dell'album è molto dettagliato; purtroppo non tutti i brani vengono presi in considerazione nella narrazione, però quelli che vengono narrati vengono quasi sviscerati in tutti i loro aspetti (forse esagerando in alcuni casi, come per Ebony & Ivory, con quella lunga dissertazione di Paul sulla semplicità del testo, quasi a volersi difendere dalle critiche). Domando ai più esperti: tutti gli aneddoti raccontati sulla lavorazione dell'album erano già noti? A me sembra che con quest'operazione si stia finalmente colmando il vuoto letterario della carriera solista di Paul (quali libri o documentari raccontano così in dettaglio la lavorazione di TOW o di altri album??).

Ho esaminato inoltre a fondo i crediti dei brani, confrontandoli con quelli dell'edizione originale, e ho trovato alcune sorprendenti "aggiunte", ovvero musicisti (e non solo) che inizialmente non sono stati accreditati (e che non sono stati accreditati nemmeno nell'ottimo libro di backseat) e il cui lavoro a quanto pare è stato riconosciuto solo adesso in occasione di questa riedizione.

Per farla breve:
-Tug: l'orchestra generica menzionata viene dissertata nei singoli membri (ma fin qui ci può anche stare che per motivi di spazio l'edizione originale non li citasse uno per uno), mentre si chiarisce l'origine della intro
-Take it away: Eric Stewart alla chitarra in aggiunta, mentre continua a non essere accreditata la sezione fiati (che a questo punto mi viene il dubbio sia fatta coi synth...ma backseat nel suo libro la menziona)
-Somebody: Denny Laine non ha suonato un "guitar synth" ma "guitar, synth", ovvero i due strumenti separatamente
-What's that: le Wonderlove (coriste di Stevie) ai cori...si era mai saputo??
-Here today: questa secondo me è clamorosa: nell'edizione originale è stato accreditato un quartetto d'archi, ovvero due violini, una viola e un violoncello; adesso scopriamo che per ogni strumento c'erano molti più suonatori! Inoltra spunta "dal nulla" una mai accreditata Renate Blauel (che in futuro diventerà moglie di Elton John) come assistente tecnica...
-Ballroom: anche Linda suona il piano oltre a Paul, e anche Ringo suona la batteria oltre a Paul! Quindi questo è un altro di quei brani che vede insieme Paul e Ringo e finora non si sapeva...?
E inoltre solo ora sono stati accreditati violino, sax e horns (anche se io ho sempre saputo che ci doveva essere qualche fiato non menzionato nei crediti originali)
-Wanderlust: era accreditata la sezione fiati ma non quella di archi (violino, viola, violoncello), che qui finalmente compare. E anche qui un clamoroso dettaglio prima mancante: Ringo alla batteria!

Ma com'è possibile che certi dettagli siano spuntati fuori solo adesso??


Torniamo sul tema crediti...

TUG OF WAR. finalmente compare l'accredito ad Eric Stewart alla chitarra elettrica e i nomi del
TAKE IT AWAY: Stewart accreditato alla chitarra (acustica?). Probabile. Nessun credito per i fiati, che io ritengo reali e non fatti con un synth.
SOMEBODY WHO CARES: il credito a Laine scritto come "guitar, synthesizer" può voler dire tutto o niente. Forse qualcuno non sa che "guitar synth" - come era scritto, senza virgola, nei crediti iniziali - è uno strumento ed è esattamente quel che si ascolta nei primi 30 secondi del brano, producendo un suono simile a quello di un flauto. Rimango convinto fosse corretto. Le due chitarre (una acustica ed una spagnola) che si sentono nella traccia, sono entrambe accreditate a Paul. Non sento altre chitarre.
WHAT'S THAT YOU'RE DOING: Wonderlove ai cori è una novità, molto interessante. In una foto vediamo anche Laine di fronte al microfono, ma credo che abbiamo tolto il suo contributo nel mixaggio finale. Denny non canta nel disco.
HERE TODAY: nel 1982 Paul raccontò nei dettagli l'idea dell'utilizzo del quartetto d'archi. Il credito con quell'ensemble non mi torna...
BALLROOM DANCING: crediti pericolosamente simili alla versione di BROAD STREET. Ringo alla batteria? Forse (vd. WANDERLUST). Chris Spedding, che ho intervistato l'anno scorso, mi ha detto che le sue prime sessions con Paul sono state nel novembre dicembre 1982 per Broad Street. Linda al piano: io sento solo una parte di piano, e certo Linda non aveva le capacità per suonarla. Con un mix 5.1 avremmo potuto scoprirla, magari è sepolta da qualche parte. In più, venne detto chiaramente all'epoca che a Montserrat Linda fu in studio solo per le foto, e infatti Linda canta nei cori ma - questo credito a parte - non suona in nessuna traccia dell'album.
THE POUND IS SINKING: la batteria non è accreditata, ma è di Paul, secondo quanto riferito da Martin anni fa.
WANDERLUST: Ringo alla batteria. Boh. Può essere. Starr fu a Montserrat solo tre giorni (16-18 febbraio), può darsi che abbia sovrainciso delle parti qui e su Ballroom Dancing, chissà. Per quanto riguarda i crediti dell'orchestra, mi suonano sospetti: io non sento nessun contributo oltre al Philip Jones Brass Ensemble. E se c'è l'orchestra, perchè non compare Kenneth Sillito? E' lui infatti ad essere indicato come 'orchestra leader' nell'album, dunque dovrebbe comparire al violino come in 'Tug of War'.

Mancano alcuni strumentI anche su RAINCLOUDS, dove ci sono certamente alcune chitarre acustiche a 12 corde e una grancassa.
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda agrasso » martedì 13/10/2015 23:01:53

Mille grazie per le risposte backseat (anche se ti chiedo di rispondere anche al dubbio sui libri per favore).
Insomma, la conclusione è che nessuna delle due edizioni (originale e 2015) ha i crediti al 100% corretti... :?
Avatar utente
agrasso
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 1890
Iscritto il: sabato 27/08/2005 11:09:49
Località: Catania
Beatle preferito: Paul

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » mercoledì 14/10/2015 14:23:41

agrasso ha scritto:
backseat ha scritto: Quando dico "noto" intendo già detto in interviste o pubblicato su libri/riviste.

RAINCLOUDS: aneddoto di Paddy Moloney. Già presente quasi alla lettera nel libro di Emerick.


Perdona l'ignoranza, di quale libro di Emerick parli?
Se è questo:
https://www.amazon.co.uk/Here-There-Eve ... 1592402690
pensavo (non avendolo) si riferisse solo ai Beatles e non anche a Paul solista.
Altri libri dove si raccontano retroscena legati agli album di Paul quali sono?


Andrea, prendi la nota 227 del mio libro in inglese. Cosa dice? Per il resto, tutto quel che si poteva sapere sulle sessions di McCartney credo di averlo ampiamente documentato proprio nel mio libro.
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda agrasso » mercoledì 14/10/2015 15:24:26

Ovviamente intendevo "altri libri oltre il tuo", comunque grazie! :thumbleft:
Avatar utente
agrasso
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 1890
Iscritto il: sabato 27/08/2005 11:09:49
Località: Catania
Beatle preferito: Paul

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » mercoledì 14/10/2015 18:08:04

agrasso ha scritto:Ovviamente intendevo "altri libri oltre il tuo", comunque grazie! :thumbleft:

Prego ci mancherebbe! Riporta però la mia nota di cui sopra, perché ci può dare qualche risposta. Cosa dice la nota?
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda agrasso » mercoledì 14/10/2015 20:17:46

Che il libro in questione da cui si cita un episodio riguardante i microfoni di BOTR è questo:
https://www.amazon.co.uk/Here-There-Eve ... 1592402690

Promosso...? :laughing6:
Avatar utente
agrasso
Fab4Admin
Fab4Admin
 
Messaggi: 1890
Iscritto il: sabato 27/08/2005 11:09:49
Località: Catania
Beatle preferito: Paul

Re: Tug Of War (The Archive Collection)

Messaggioda backseat » mercoledì 14/10/2015 20:53:04

agrasso ha scritto:Che il libro in questione da cui si cita un episodio riguardante i microfoni di BOTR è questo:
https://www.amazon.co.uk/Here-There-Eve ... 1592402690

Promosso...? :laughing6:


Questo era per dirti che le informazioni sul fatto che il libro di Emerick parli anche della carriera solista di McCartney le avevi già...forse ti erano sfuggite! Peraltro, non lo considero un libro attendibile al 100%. E' molto auto-promozionale, e molto romanzato in alcune parti. E questo mi arriva da fonti certe ed affidabili.
backseat
Fab4Master
Fab4Master
 
Messaggi: 757
Iscritto il: domenica 04/12/2011 23:41:53

PrecedenteProssimo

Torna a Let It Paul

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron