Voti e commenti agli album di John Lennon.

Il forum dedicato alla vita ed alla musica di John Lennon.

Moderatori: MrTwoOfUs, agrasso, Cristiano, John Paul

Voti e commenti agli album di John Lennon.

Messaggioda FrankZuppa » domenica 14/01/2007 20:28:19

Come da titolo, in questo topic potete accatastare in un vostro post (che quindi potrete editare in caso di eventuali aggiunte) voti a tutti gli album di Lennon che conoscete e, se vi sentite particolarmente ispirati, anche a quelli che non conoscete - il tutto seguito da un breve commento che esplica sinteticamente la vostra opinione sull'album e su quanto faccia inverosimilmente schifo, e/o su quello che significa e/o sulle sensazioni che veicola. Ripeto, senza indulgere in recensioni estese, ma limitandosi a qualche riga.
Leggere solamente una cifra a fianco di un titolo, non è particolarmente interessante.

Potete inserire i live, le raccolte e gli album a nome John & Yoko.

I voti vanno da 0 a 10.

Perchè mai privarvi della soddisfazione di mettere uno zero.
"And ultimately...
who gives a fuck anyway"
FrankZuppa
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 734
Iscritto il: venerdì 07/01/2005 16:42:03

Messaggioda TroubleMan » lunedì 15/01/2007 21:18:54

Più o meno tutti i voti molto alti, d'altronde mica si parla di gentaglia. Rischierò di sembrare un pò acritico, amen. Lascerò i votacci agli utenti più freddi.

Unfinished Music No.1: Two Virgins - 5
Registrazioni di robe che mi interessano poco o niente, copertina storica però.

Unfinished Music No.2: Life with the Lions - 5
Idem come sopra. Forse un giorno capirò e apprezzerò, chi lo sa.

Live Peace in Toronto 1969 - 7
Un bel live cazzuto, mi piacciono troppo Cold Turkey e Yer Blues.

John Lennon/Plastic Ono Band - 9
Meravigliosa più della metà dei pezzi, vedi ad esempio Mother, Love, Working Class Hero, Look At Me, Isolation eccetera. Se poi aggiungiamo le due bonus track del cd...

Imagine - 10
A parte la titletrack, data troppo spesso per scontata dai più esperti, la tracklist è composta anche in questo caso per buona parte da veri e propri capolavori, tipo Gimme Some Truth, tanto per dirne uno.

Some Time in New York City - 8
Meno musicalità ma testi più direttamente politici.

Double Fantasy - 7
La parte Lennon arriva tranquillamente ad un 9, ma purtroppo c'è anche il resto. Watching the wheels è una delle canzoni che amo di più in assoluto.

Milk and Honey - 7
Voto bassino per lo stesso motivo di sopra, ma anche qui ci sono dei brani spettacolari, più Nobody Told Me, troppo bella.

Mind Games - 8
Titletrack meravigliosa, un sogno. Poi, non so, penso a Out the Blue, altro pezzo non indifferente.

Walls and Bridges - 9
Album che adoro, tratto da quel lost weekend d'oro. Per quanto mi riguarda, magari fosse durato di più. Tra le tante meraviglie una What You Got che mi ricorda da morire zio James Brown.

Rock 'n' Roll - 8
Quanto amo queste cose. Adoro l'idea del progetto in generale, con che risultati poi: Stand By Me, Slippin' And Slidin', Bony Moronie, Ain't That A shame. Che meraviglia.

Live in New York City - 8
Un altro bel live cazzuto, avevo visto il video e mi ero divertito molto.
some more blues
La mia pagina su last.fm
We thought we could sit forever in fun
Our chances really was a million to one.
Avatar utente
TroubleMan
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 630
Iscritto il: sabato 28/06/2003 23:17:57
Località: Nowhere LadyLand

Messaggioda guido » martedì 16/01/2007 13:14:28

I trattini davanti a voti sono dei meno, naturalmente.
guido
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 587
Iscritto il: domenica 14/01/2007 17:24:00

Messaggioda TroubleMan » mercoledì 17/01/2007 10:38:53

naturalmente... no.
some more blues
La mia pagina su last.fm
We thought we could sit forever in fun
Our chances really was a million to one.
Avatar utente
TroubleMan
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 630
Iscritto il: sabato 28/06/2003 23:17:57
Località: Nowhere LadyLand

Messaggioda guido » mercoledì 17/01/2007 16:28:14

(1970) Plastic Ono Band, voto 6 +
L'album della Cruda Realtà. Lennon pone fine al sogno Beatles, agli sgargianti sixties, agli sbrodolamenti hippie e a qualsiasi illusione o appiglio mistificatorio gli venga in mente, e dichiara "guerra" al mondo. ("Just a boy and a little girl trying to change the whole wide world"). Lo fa con una musica disadorna, aspra, con testi taglienti, diretti e senza fronzoli. Lo scopo dell'album, come dichiarato dall'autore, non è quello di alleviare, ma di inasprire. Dev'essere per questo che, non essendo masochista, lo ascolto sempre meno. Quindi il voto è relativamente basso. Nondimeno, un album significativo e intenso, discretamente unico (per fortuna, dirà qualcuno), da inserire in una lista di dischi imprescindibili per chi vuole qualcosa che non si limiti ad intrattenere o ad essere gradevole, positivo o bello.
Ottime anche le bonus track.

(1971) Imagine, voto 6
L'album della Cruda Realtà Ricoperta di Melassa. In un certo senso una versione più popolare, musicale dell'esordio solista, e anche un mezzo passo indietro. Imagine è un motivetto grazioso e un po' ripetitivo, con un testo utopico-socialisteggiante, quanto naif e semplicistico (i motivi per cui è così popolare, probabilmente) - che perde definitivamente credibilità quando entrano gli archi ad avvolgere il tutto di zucchero filato. Per il resto in mezzo ad alcuni brani non esaltanti spiccano la ballata capolavoro Jealous Guy e l'affilata filippica di Gimme Some Truth e qualche altro brano.
Alcuni ottimi interventi di Giorgio Harrison.

(1972) Some Time In New York, voto 3
L'album del Bieco Slogan Politico. Un ammasso di testi politicizzati, sgraziati e forzati, costruiti su slogan forse ottimi per la piazza (o magari nemmeno per quella), ma pessimi per un disco. La motivazione politica dietro al disco a quanto pare è così intensa, che la musica ne viene trascurata, con Lennon al minimo storico, e non al massimo nemmeno vocalmente. Un paio delle canzoncine di Yoko, con liriche da femminista liceale da cameretta, sono abbastanza carine da essere più ascoltabili della maggior parte delle lennoniane. L'edizione originale conteneva anche un estratto dal concerto tenuto insieme a Zappa, con un suo brano preso di peso e attribuito a Lennon-Ono. Pure il furto.
Peggio di così.

(1973) Mind Games, voto 6
L'album del "Vabbeh, forse ho esagerato". Ovvero, Ritorno Alla Laguna dell'Intimismo. Politica poca. Il resto: canzoni d'amore e di scuse a Yoko, riflessioni personali, un ritorno a inneggiare all'amorrrre come soluzione universale. Torna un po' di leggerezza. Musicalmente è un po' pigro, hawaiano, blu-azzurrino (o così mi pare), con la voce di Lennon tra lo svogliato e il mellifluo, che riesce a graffiare solo in Meat City. Certi temibili cori femminili sembrano gorgogliati da sotto le onde, o forse si tratta direttamente di gargarismi. In definitiva non un album sgradevole.

(1974) Walls & Bridges, voto 6
L'album Colorato. Di certo presenta alcuni disegni a colori. E' il disco più facilmente fruibile e vario di Lennon, con un ritorno al buon umore pop (Whatever Gets You, propulsa dal piano honky tonk di-chi-sapete), al nonsense (Old Dirt Road), alla visionarietà alla Strawberry (#9 Dream), ritrova la voce in un ruggente funk-rock (What You Got), con contorno di solite ballate a Yoko o a chi gli pare, e smarrimenti esistenziali raccontati in maniera ironica e vivace, lontana dal cupo psicodramma alla Plastic Ono Band.
In definitiva, stare lontano da Yoko non gli ha fatto male.

(1975) Rock'n'Roll, voto 4
Che me ne faccio.

(1980) Double Fantasy, voto 5,5
L'album del Blando Quadretto Familiare. E la blandizia invade un po' tutti i brani di Lennon, carini ma privi di mordente, o memorabilità (a parte la strofa di Woman, che però poi degenera in una sequenza di mielosa pochezza). Di aggressive descrizioni estemporanee di litigi come I'm Losing You, invece, faccio senza problemi a meno. La migliore sembra Watching The Wheels. Poi arrivano i brani di Yoko a dare il colpo di grazia, e quindi si va definitivamente sotto la sufficienza. Fa eccezione di Every Man Has A Woman, preferibile a qualsiasi brano lennoniano sull'album.

(1982) The John Lennon Collection, voto 5
Ce l'ho, per cui la inserisco, ma trattasi di collezione in definitiva tutt'altro che imperdibile, a cominciare dal fatto che ci sono troppi brani da Double Fantasy, vengono trascurati altri album, che nel frattempo sono uscite altre raccolte che non ho e non ho sentito ma se non erro con scalette migliori e che se si desidera solamente integrare con i singoli basta Shaved Fish del '75.

(1984) Milk And Honey, voto 4,5
Poltiglia di Yoko e brani di Lennon a volte non del tutto finiti, o, se lo erano, alquanto inconsistenti.

(1998) Anthology, voto 4
Interessante per chi vuole rovistare gli scatoloni nella soffitta del Dakota Building.

(1998) Wonsaponatime, voto 5
Selezione dall'Anthology, e conseguente qualità media superiore.
I'm Losing You è migliore in questa versione.

(2004) Acoustic, voto 2
Poltiglia acustica che serve a ben poco se non a illustrare la scarsa perizia chitarristica di Lennon mentre provava. Ancora una volta Yoko non gli ha fatto un gran servizio.

E naturalmente uno zero a tutti gli album di collage.

Anche se non li ho mai sentiti.
Ultima modifica di guido il martedì 23/01/2007 23:46:43, modificato 2 volte in totale.
guido
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 587
Iscritto il: domenica 14/01/2007 17:24:00

Messaggioda BlueBird » mercoledì 17/01/2007 16:59:17

Belle recensioni alla zuppa ringhiosa...
Facciamo lo stesso per gli album di Paul? Si presterebbero ad una crudeltà anche maggiore... :roll:
Scripta volant.
BlueBird
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 1813
Iscritto il: venerdì 15/07/2005 09:49:56

Messaggioda guido » mercoledì 17/01/2007 17:29:17

Si prestano ai gusti di chi li ascolta.

Prima o poi aprirò un paio di topic corrispettivi nella sezione adeguata, un paio perchè, data la mole di album, sarà meglio dividere o frammentare.
guido
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 587
Iscritto il: domenica 14/01/2007 17:24:00

Messaggioda Ybgir Ronaele » mercoledì 17/01/2007 18:50:34

Io attendo il topic ringoso...
It's awfully considerate of you to think of me here

A Hard Day's Night FUN club, tessera n.03
Club "AMICI DI MUMBO", tessera n.06
Avatar utente
Ybgir Ronaele
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 9341
Iscritto il: lunedì 22/03/2004 14:59:44
Località: Cavendish Avenue......................... San Giorgio Su Legnano -Milano-
Beatle preferito: Paul

Messaggioda guido » mercoledì 17/01/2007 18:51:27

Quello te lo fai.
guido
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 587
Iscritto il: domenica 14/01/2007 17:24:00

Messaggioda Dr.Ebasta » mercoledì 17/01/2007 22:09:30

Mi astengo controvoglia dal commentare quello che non ho ascoltato, anche se in alcuni casi credo non serva. Comunque:

Plastic Ono Band - Voto 5,5: angosciante, austero, ammonente, e questi sono gli aspetti positivi...
Si segnala per le sue tematiche spazianti tra sofferenza interiore, disagio interiore e nichilismo in flacone omaggio. Il tutto attraverso un simpatico set di canzoni scarsamente arrangiate e spesso ancora più scarsamente musicalmente ispirate, con forse la gradita eccezione di Hold On.
Inoltre ha una copertina che se la guardo da lontano sembra tutt'altro.

Imagine - Voto 8--: lasciando da parte il fatto che lo skip sui "due pezzi che sapete" sia ormai automatico, qui ci troviamo di fronte ad un set di canzoni nelle quali Lennon ritorna perlomeno sugli standard degli ultimi Beatles (quello dei mid-sixties è perso per sempre). Non mancano pezzi piuttosto noiosi musicalmente, tra i quali non manca di segnalarsi How Do You Sleep, che perlomeno ha un testo interessante, reso significativo anche per chi non ne legge dalla sua "importanza storica".
Il resto è piuttosto buono, con piccole perle come la delicata Oh My Love o la feroce Give Me Some Truth. Divertente Oh Yoko, furba How, entrambe a loro modo memorabili. E "i due pezzi che sapete" non li sapete per caso. Sebbene la sopravvalutazione sia dietro l'angolo, e anche prima.

SomeTime in NYC - Voto 4--: molti autori riescono a scrivere buone musiche partendo da testi "obbligati". John Lennon no. La maggior parte del disco suona come una raccolta di eventuali B Sides di Crippled Inside, con i contributi non del tutto pessimi della consorte asiatica.
Woman Is The Nigger Of The World si segnala per essere la canzone dal secondo titolo più brutto di sempre, dopo Fragole Buone Buone di Luca Carboni.

Mind Games - Voto 7: non ho mai capito il successo di quella poltiglia di melenso e tragico tedio della title track. Ma le canzoni buone ci sono. L'arguta Intuition, l'interessante (One Day) At a Time, la melodicamente valida You Are Here, la sferzante Meat City.
Sorprendentemente tra gli altri pezzi non c'è nulla o quasi di completamente detestabile. Aisumasen pare voglia dire "I'm Sorry", ma a tutt'oggi non è chiaro in quale lingua.

Walls and Bridges - Voto 7+: stesso approccio del disco precedente, a parte il fortunato l'abbandono del regime predicatorio. I pezzi anche qui si salvano tutti, e tra essi ne spiccano di ottimi come l'atipica Going Down On Love, il trascinante duetto con un omosessuale che la segue, la poderosa What You Got e l'onirica #9 Dream. Questa è la strada! Attendiamo presto un altro disco così!

Double Fantasy - Voto 6,5: "detto fatto", ad anni di distanza esce l'ultimo disco di un morente Lennon. E metà delle canzoni sono di Yoko.
Questo sarebbe un bene se fossero tutte del livello di Every Man Has A Woman Who Loves Him, ma non è così, risultano anzi spesso più che irritanti.
Fortunatamente i pezzi del marito ne valgono l'acquisto. Tutti belli, e con due o tre classici destinati a durare (primo fra tutti Woman). Considerato il mero apporto di "buon materiale" potrebbe puntare ad un punteggio anche più alto. Ma ignorare quello restante sarebbe erroneo.

Milk and Honey - Voto 5: è come il disco precedente, ma privo del 90% di quello che lo rendesse gradevole. Un paio di pezzi di John sono ascoltabili, e questo è tutto.
O'Sanity, fortunatamente di Yoko, si segnala per essere la seconda canzone più brutta di sempre, appena dietro a La Mia Ragazza di Luca Carboni.

Ecc.ecc.
Lord Kiss Me Once More, Fill Me With Songs

I wanna get down on my knees and start pleasing Jesus! I wanna feel his salvation all over my face!
Avatar utente
Dr.Ebasta
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 5334
Iscritto il: giovedì 25/11/2004 20:42:27
Località: Ascension Island

Messaggioda Desmond Jones » giovedì 18/01/2007 12:24:07

Plastic Ono Band: voto nove
Album pesante, quando ho voglia di ascolarlo, mi dà emozioni forti ma non è un disco che ascolto tutti i giorni

Imagine: voto nove
Due pezzi sensazionali, altri 3 magnifici

Live in New York City: voto quattro
Cantare stonato non è un particolare trascurabile per un cantante

Mind Games: voto otto
Meno ovattato di Imagine, presenta spunti interessanti e ispiratissimi

Sometimes in New York City: voto cinque
Molto da dire a parole, meno in musica

Walls And Bridges: voto sette meno
Qualcosa di simpatico assieme a qualcosa di già sentito

Rock 'n Roll: voto sei meno
Stand By Me e basta

Double Fantasy: voto otto più woman
Tre gioelli nella pattumiera son sempre tre gioelli
Ultima modifica di Desmond Jones il sabato 20/01/2007 12:46:26, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Desmond Jones
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 3529
Iscritto il: lunedì 12/05/2003 22:28:03

Messaggioda Andrea » venerdì 19/01/2007 20:08:45

Mi limiterò a fornire una breve recensione commentata solo dei dischi di finished music(escludendo quindi la unfinished music con Yoko, i dischi di cover rock'n'roll e i due live) scritti da Lennon.


John Lennon/Plastic Ono Band: 9/10
E' il primo vero disco solista, frutto delle sedute psichiatriche da Janov. I testi sono molto introspettivi e duri, sullo stile di Lou Reed e Bob Dylan.
Musicalmente è ben distante dagli ultimi lavori beatlesiani, ma ciò non significa che sia ottimo lo stesso; i brani migliori sono Mother, Isolation, Love, God, Remember, Hold On...ma più o meno tutti si mantengono sull'ampia sufficienza.


Imagine: 8,5/10
E' l'album più famoso. Qui Lennon torna a pescare a piene mani dagli scarti beatlesiani, ma la cosa la si nota solo a livello di scrittura. Si va da picchi altissimi come Jealous Guy e Gimme Some Truth a roba mediocre come I Don't Wanna Be A Soldier e It's So Hard.
Troppo sputtanata, troppo poco lennoniana, ma sempre ottima la title track


Sometimes in New York City: 3/10
Qualche canzone ascoltabile, arrangiamenti saltellanti. Troppo Yoko. Troppo Poco.

Il fatto che la vedova nera l'abbia ritoccato inserendo e togliendo brani nella nuova versione rimasterizzata, dimostra come e quanto fosse debole il progetto originale.


Mind Games: 7/10
Molto molto melenso. Ma la title track e Aisumasen valgono da sole parecchio, e contando il fatto che più o meno tutte le canzoni sono di buon livello. Il voto si giustifica da sè.

Walls And Bridges: 8/10
Il solo packaging vale parecchio, ma se mettiamo sul piatto le canzoni piene di sfumature funky-blues e di arrangiamenti di fiati..il tutto risulta estremamente gradevole.
Non ci sono grandi picchi, tranne Nodody Loves You When You're Down And Out (comunque migliore in versione outtake presente sull'Anthology), ma il livello generale è decisamente soddisfacente.


Double Fantasy/Milk & Honey: 7,5/10
Eliminando a priori da questi due dischi (il secondo uscito poco dopo la morte di John) le canzoni di Yoko Ono, devo ammettere che la qualità è medio alta. Gli arrangiamenti sono curati...il periodo era di alta ispirazione, bisogna tener conto del valore spiritual-affettivo di opere così vicine alla morte di Lennon...ecc.
Ma il problema è che c'è poca grinta: I'm Losing You, I'm Stepping Out e Nobody Told Me sono le uniche che remano in quella direzione..
Da ascoltare gli infiniti demo casalinghi da cui sono state tratte le canzoni di questi album.
Avatar utente
Andrea
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 5204
Iscritto il: martedì 16/03/2004 22:39:52
Località: Cosenza

Messaggioda maccamania » venerdì 19/01/2007 22:56:07

Per quel poco che ho:

John Lennon/Plastic Ono Band: 4,5
Lo detesto: affianca canzoni stupende (God, Isolation e Mother) a cose che mi disgustano (Well Well Well, I Found Out, Look At Me). Pessima anche My Mummy's Dead, che salvo solo per l'aspetto "umano", ma musicalmente la detesto. Non è il fatto che è grezzo o cose del genere, sono proprio molte canzoni che non sopporto.

Imagine: 7,5
Album da me rivalutato: apparte la noiosissima I Don't Wanna Be A Soldier Mama e le stupide Oh My Love e Oh Yoko, tutti bei brani. Un gradino intermedio per It's So Hard. La migliore per me è Gimme Some Truth.

Mind Games: 6,5
Apparte la pessima One Day (At A Time), tutte decenti. In particolare Aisumasen (magari avesse tenuto il testo della demo) e I Know (I Know) le trovo molto brillanti. Le altre passano senza grossi scossoni ma senza dare fastidio.

Walls & Bridges: 8,5
Il Lennon che piace a me. Ha il brano di John che più mi piace in assoluto, ovvero Steel And Glass. Ottime poi Beef Jerky, Nobody Loves You, Old Dirt Road e What You Got. La peggiore, ovviamente, Ya Ya. Tutto il resto molto buono, comunque.

Rock'n'Roll: 5
Occasione buttata via. Un disco svogliato che non rende merito alle sue radici. Oltre alla notissima Stand By Me, salvo Ain't That A Shame, Just Because e Slippin' And Slidin'. Brutte le versioni di Bring It On Home To Me, Sweet Little Sixteen e Do You Wanna Dance. Il resto è sotto il 6, comunque. Perde 4-0 con CHOBA B CCCP, già solo per l'approccio dell'artista.
...anyway you'll never know the many ways I've tried...

Segui Fab4fans su Twitter e Facebook!
Avatar utente
maccamania
Fab4Fan
Fab4Fan
 
Messaggi: 8947
Iscritto il: venerdì 26/03/2004 23:41:34
Località: your door
Beatle preferito: Paul

Messaggioda guido » sabato 20/01/2007 12:02:04

Plastic Ono Band, disco controverso.
guido
Fab4Guru
Fab4Guru
 
Messaggi: 587
Iscritto il: domenica 14/01/2007 17:24:00

Messaggioda jpgr » sabato 20/01/2007 12:11:07

guido ha scritto:[E naturalmente uno zero a tutti gli album di collage.

Anche se non li ho mai sentiti.




Mio dio, come sei stato pesante!!!!! :o :o :o :o

Chiaramente non concordo!!! :lol: :lol:

Jpgr
He's a poet he's a picker he's a prophet he's a pusher
He's a pilgrim and a preacher and a problem when he's stoned
He's a walking contradiction partly truth and partly fiction
Taking every wrong direction on his lonely way back home
Avatar utente
jpgr
Fab4Senior
Fab4Senior
 
Messaggi: 496
Iscritto il: sabato 18/02/2006 19:55:58
Località: Nutopia

Prossimo

Torna a Yer John

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti